Berisha: “Io sono qui per vincere da guerriero, grazie ai tifosi per la bella accoglienza”

 

IMG-20180803-WA0044

Valon Berisha, l’anno scorso protagonista con il Salisburgo, proprio contro il suo nuovo presente la Lazio, segnò anche un gol su calcio di rigore all’andata dei quarti di finale di Europa League. Ora il salto di qualità e l’approdo in Serie A, proprio con i biancocelesti. Ecco le sue sensazioni, durante la conferenza stampa, provate dal centrocampista:

Grazie a Tare per avermi portato qui, per me è uno step importante essere qui, la Lazio ha fatto una grande stagione anche in Europa League, anche per me è stata una grande stagione perché la vetrina europea mi ha dato la possibilità di mettere in mostra il mio talento. Io sto bene, ho avuto un piccolo problema ma mi sto allenando, in 7/10 giorni tornerò al meglio, la Lazio è un grande club e Tare mi ha spiegato tutto della squadra e dell’ambizione, quindi la mia decisione è stata facile, i compagni vanno ringraziati perché mi hanno accolto benissimo, hanno grande personalità e questo è un bene per me perché io sono giovane e voglio migliorare. È un sogno essere qui, l’atmosfera è bellissima, io comunque ho tanta esperienza ma voglio imparare e migliorare e far vedere il mio talento. Voglio sempre vincere, ho grinta da vendere e spero che la Lazio possa essere tra le prime 5. Ringrazio i tifosi che nonostante l’eliminazione in Europa League mi hanno accolto alla grande. Il mio obiettivo personale? C’è tanta concorrenza e lo so, siamo in tanti a centrocampo e penso che questa sia una situazione in cui posso lavorare tanto, il mio obiettivo è fare il titolare, sono pronto per la competizione e il mister sceglierà ogni volta il miglior 11: se ci sarò sarò contento, sennò darò il massimo per entrare nei titolari e comunque darò tutto a partita in corso. La gara di Salisburgo? Io voglio vincere, per me è questione di mentalità, ce l’ho nel cuore. Dopo il fantastico gol di Immobile noi ci credevamo ancora, penso sia stato tutto perfetto per noi, è stata una notte magica per il Salisburgo, ma ora sono qui e spero di vivere tanti notte magiche con la Lazio. Il mio ruolo? Sono un numero 8, così giocavo a Salisburgo, aiuto la difesa e l’attacco e gioco a tutto campo da un’area all’altra“.

Follow LAZIALITA on Social
0