Lazio, il West Ham vuole anche Lukaku

 

lukaku-lazio-agosto-2017

 

 

 

di Niccolò Faccini

 

 

 

Precisazione iniziale necessaria: il calciomercato in casa biancoceleste deve chiaramente ancora entrare nel vivo ed √® presto per parlare di piste concrete sia in entrata che in uscita. Quel che sembra altrettanto certo √® che l’estate capitolina sar√† caratterizzata da partenze illustri, necessarie per sfoltire un organico molto folto. A queste saranno accompagnati nuovi arrivi che interesseranno pi√Ļ ruoli. Chi in caso di offerta abbandoner√† la Capitale √® il brasiliano Felipe Anderson, che appare in orbita West Ham. Il club londinese aspira ad entrare nella top ten delle squadre di Premier, puntando magari ad una qualificazione in Europa League nella prossima stagione. Ecco che gli Hammers avrebbero chiesto informazioni sul numero 10 delle aquile, che sarebbe dunque prossimo a terminare il ciclo romano. Ma Anderson non √® l’unico indiziato a partire.¬†Anche Jordan¬†Lukaku in estate potrebbe lasciare la Lazio, anche lui con direzione Londra.¬†L’esterno belga, fratello del pi√Ļ noto Romelu, centravanti in forza al Manchester United, aveva iniziato la stagione alla grande. Il 13 agosto 2017 infatti l’ex Ostenda, in occasione della gara valevole per la Supercoppa Italiana disputata all’Olimpico contro la Juventus, aveva realizzato l’assist decisivo per il gol di Alessandro Murgia che aveva portato alla conquista del trofeo. Lukaku si era bevuto il terzino bianconero De Sciglio sulla fascia sinistra ed aveva messo al centro un cross rasoterra che andava soltanto spinto in rete dal numero 96 biancoceleste, per mandare in tripudio il popolo laziale. Assist-man vincente ad inizio stagione, Lukaku era poi stato accantonato sin da subito da Inzaghi nelle partite di campionato: dal primo minuto il tecnico piacentino gli ha sempre preferito Senad Lulic, cos√¨ il belga √® stato utilizzato come arma da schierare a partita in corso. Lukaku √® sempre subentrato nelle prime 6 gare di Serie A, prima di subire un infortunio alla coscia che lo ha tenuto lontano dai campi per quasi un mese. Il trend da ottobre a marzo √® stato chiaro: soltanto due panchine¬†e soltanto tre partite da titolare, per il resto Jordan √® sempre stato adoperato da deus ex machina che potesse con le sue accelerazioni sfiancare le difese avversarie gi√† stanche, entrando sul rettangolo verde solamente nella seconda frazione di gioco. Il 23 dicembre Lukaku si era fatto un regalo di Natale segnando la prima (e unica) rete nel nostro campionato al Crotone nel 4-0 casalingo rifilato ai calabresi. Importanti anche gli assist forniti ai compagni con Genoa e Chievo. Capitolo Europa League: in questa competizione il belga ha giocato di pi√Ļ dal primo minuto (in ben sei occasioni tra girone e sedicesimi di finale), ma non √® stato convocato per il ritorno con la Steaua Bucarest e per l’andata degli ottavi con gli ucraini della Dinamo Kiev. Costretto a saltare per una infiammazione al ginocchio il primo atto col Salisburgo, Lukaku ha fatto l’ultima apparizione europea proprio nella terribile serata in terra austriaca. Jordan ha sofferto numerosi problemi fisici e non sembra aver convinto in toto la dirigenza, che potrebbe decidere di privarsi del calciatore in caso di buona offerta dall’estero. Proprio il West Ham sarebbe interessato al terzino sinistro, con la dirigenza londinese che¬†vorrebbe provare ad inserirlo nell’operazione¬†Anderson, ma il presidente Lotito non far√† sconti. Il cartellino del giocatore √® valutato tra gli 8 e i¬†10 milioni di euro. Ampia la distanza tra le parti, ma l’operazione non rientra tra quelle impossibili e nel corso dell’estate potrebbe andare in porto.

N.F.

Follow LAZIALITA on Social
0