“Chinaglia Collection”: Quella rissa durante Lazio-Ipswich con Long John a mettere pace

Schermata 2018-06-12 alle 11.41.07

Roma, 7 novembre 1973. La Lazio era impegnata nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Coppa Uefa contro l’Ipswich Town.[…] La partita di andata era terminata con il risultato clamoroso di 4-0 per gli inglesi. Al ritorno sembrava tutto perduto, inutile quasi giocare. Invece, in un Olimpico infuocato, dopo 26′ la Lazio si portò sul 2-0, con reti di Garlaschelli e Chinaglia. Il miracolo sembrava possibile. Gli inglesi, con la qualificazione in pericolo, presero a picchiare come fabbri. L’arbitro, l’olandese Van Der Kroft, al 65′ minuto di gioco, decise di punire con un calcio di rigore un fallo in area di Oddi ai danni di Woods. […] L’episodio fece saltare i nervi al pubblico e ai giocatori laziali. Dopo che al 67′ Vijoen realizzò il 2-1 con il tiro dal dischetto, esplose la violenza in campo e sugli spalti. Alcuni tifosi laziali riuscirono a scavalcare la barriera di filo spinato e penetrarono sul terreno di gioco, fermati in tempo dagli agenti. 
L’arbitro si diresse verso il centro del campo per far riprendere la partita e venne minacciosamente attorniato dai giocatori della Lazio. Gli incidenti proseguirono sempre piĂą violenti fuori dall’Olimpico. […] L’allenatore inglese Bobby Robson negli spogliatoi dichiarò: “Soltanto Chinaglia si è prodigato nel difendere i miei giocatori dagli assalti del pubblico e dei suoi compagni. Dobbiamo a lui se siamo riusciti ad evitare seri danni”. 

Un’opera che racconta la vita, a tratti leggendaria, di Giorgio Chinaglia attraverso un originale filo conduttore: le sue casacche.

Dalla numero 7, agli esordi con la maglia dello Swansea City, alla numero 9 che l’ha accompagnato nei suoi anni d’oro con la Lazio e nei suoi ultimi ai New York Cosmos, affiancato da leggende del calibro di Pelè e Beckenbauer.
Un patrimonio mondiale di storia, foto e casacche di una bandiera dei due mondi.

Tutto questo nel 20esimo volume della collana “I grandi libri di Lazialità“, in edicola a Roma e provincia.

Follow LAZIALITA on Social