Lazio, offerta Real per Milinkovic: pronti 170 milioni

 

188105

ROMA Il Real Madrid pronto a irrompere su Milinkovic-Savic. Un’offerta difficile a cui dire di no e preparata per sbarazzarsi della concorrenza. Dalla Spagna assicurano che Florentino Perez sarebbe pronto a investire i 150 milioni di euro chiesti dalla Lazio più un ricco bonus di quasi 20 milioni. Al giocatore un contratto di sei milioni di euro a salire per cinque anni. Una proposta pazza e fuori mercato che farebbe vacillare chiunque. E gongolare Lotito che a quel punto non avrà alcuna difficoltà ad accettare. Per il momento a Formello non è arrivato nulla, con Kezman, l’agente del giocatore, che cade dalle nuvole, ma al tempo stesso lavora e spera che la vicenda si chiuda nel miglior modo possibile. E questa sarebbe la maniera migliore, anche perché Sergej sogna di diventare un “blanco” sin da quando era bambino.

DIETRO E’ BAGARRE
Nel frattempo però le altre non stanno a guardare e si muovono frettolosamente, a maggior ragione se sul tavolo entra in modo prepotente anche il Real. L’Arsenal, piano piano, si sta defilando, il Manchester United invece tratta l’uscita di Pogba (per via dei rapporti tesissimi con Mourinho) per incassare soldi e incrementare la proposta da far arrivare a Formello. I Reds sono pronti ad arrivare vicino ai 150 milioni, con lo Special One che insiste e l’agente Jorge Mendes a guidare la maxi-operazione. Il Psg pure è in lizza, ma attende la decisione dell’Uefa. Se sarà solo una multa salata, allora anche i parigini entreranno in concorrenza, anche se non disdegnano Paul Pogba. Se invece dall’Uefa arriverà lo stop al mercato potrebbe essere un guaio non solo per il Psg ma anche per le altre, visto che di soldi la società francese che fa capo ad Al Khelaifi di denaro nel mercato ne movimenta davvero tanto ogni anno. La Juve segue tutto, farebbe follie per Milinkovic-Savic, ma nelle ultime ore ha dovuto sbattere contro l’ennesimo rifiuto di Lotito davanti a una somma vicina ai 90 milioni più giocatori. In tutto questo chi si gode lo spettacolo e sta più tranquilla di tutti è la Lazio che non ha fretta, porta avanti i suoi piani e a breve qualcosa di concreto chiuderà.

IN ARRIVO
L’ingresso più vicino e importante riguarda Acerbi. Il giocatore, che anche ieri è stato a Roma, presente tra gli invitati del matrimonio di Politano, ha chiesto al Sassuolo di essere ceduto. Non vuole farsi scappare l’occasione di vestire il biancoceleste. La prossima settimana, e nonostante le smentite di rito, ci sarà un incontro, con Lotito che vorrebbe chiudere l’affare con Squinzi, proponendo soldi e giocatori. Intorno ai 8/10 milioni si può chiudere. Discorso analogo per Wesley attaccante del Bruges. Il diesse Tare è convinto ed è pronto a lavorare per chiudere la trattativa coi belgi sulla base di 7 milioni di euro. Settimana di fuoco anche per Felipe Anderson, col West Ham, al momento la società più agguerrita e convinta, pronta a scendere nella capitale, trattare e avvicinarsi ai 45 milioni di euro chiesti dalla Lazio. La distanza è ancora notevole, ma dal fronte inglese trapela fiducia. Appena partirà il brasiliano, Lotito tenterà per il Papu Gomez, il primo nome della lista di Inzaghi. Per il centrocampo tornano in auge Baselli e Benassi, col primo che tanto piace al tecnico laziale. Infine, ieri dalla Grecia è rimbalzata con forza la voce che Silvio Proto, portiere dell’Olympiacos, sia di fatto il nuovo vice di Strakosha, ma la Lazio ha seccamente smentito.

Il Messaggero / D. Magliocchetti – V. Cassetta

Follow LAZIALITA on Social