Felipe Anderson mai sconfitto da titolare: serve il suo sprint per la Champions

Schermata 2018-05-11 alle 09.25.03

di G. Jacopo Romagnoli

Luis Alberto non ci sarà a Crotone, e, verosimilmente non riuscirà a giocare contro l’Inter nell’ultima di campionato. È la volta, dunque, di Felipe Anderson: il brasiliano, che è subentrato allo spagnolo durante Lazio-Atalanta per l’infortunio del fantasista, dovrà trascinare la Lazio in Champions League. Lo ha già fatto nell’annata 2014/15, con un girone di ritorno strepitoso che valse il preliminare per la stagione successiva (poi perso col Bayer). Le sue prestazioni furono esaltanti, tanto da suscitare l’enorme interesse da parte dei migliori club europei, poi nel corso delle stagioni successive non è riuscito del tutto a confermarsi, anche se ha giocato campionati tutt’altro che negativi.

L’ex Santos, col contratto in scadenza nel 2020 (percepisce circa 2 milioni annuali), sta avendo un rendimento sempre in crescita, e porta con sé un dato eccezionale: i biancocelesti, col 10 titolare, non hanno mai perso. Il bottino della banda Inzaghi è di 9 vittorie a 4 pareggi con ‘Pipe’ dal primo minuto. È successo 7 volte in campionato, mentre, allargando il focus, l’asso nella manica del mister vale, finora, 7 reti e 10 assist per l’attacco che ha superato già da settimane quota 100 gol complessivi in tutte le competizioni.

È rientrato a inizio dicembre, non ha carburato immediatamente, anzi alcune sue prestazioni hanno fatto anche storcere il naso sia ai tifosi che a Inzaghi, ha iniziato a scaldare i motori dal mese di gennaio: da qualche tempo si dice maturo, si sente cresciuto e pronto a dare il suo contributo per questa volata finale. È l’ora di Felipe. La Champions passa anche dai suoi piedi e dalle sue giocate. A Crotone per mettere in cascina la qualificazione in Champions, il brasiliano dovrà essere l’uomo in più, se lo aspettano tutti, dai tifosi fino ai compagni di squadra e il mister, con ogni probabilità è lui stesso ad aspettarselo. Non resta altro che dimostrarlo sul rettangolo verde di gioco.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0