Le PAGELLE di Guido De Angelis: Lazio, prima la fatica poi la goleada. E voi, come fate a restare a casa giovedì?

2018-03-31-PHOTO-00040999

 

ROMA, Stadio Olimpico – Incredibile, ma vero: la Lazio batte in rimonta il Benevento, scatenandosi nel secondo tempo e ottenendo un risultato roboante. I biancocelesti si sbloccano dopo un’ora di gioco, mettendo a segno 5 reti dal 60′ in poi, con Luis Alberto protagonista (due assist e una rete). Come di consueto, a margine del match arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 5,5 – Sui gol si fa trovare impreparato, oggi, sicuramente, non è in giornata. Buon per lui che la Lazio ne abbia fatti 6 all’avversario.

BASTOS 5 – Era un giocatore che dava tranquillità, un tempo. Quando non ha riferimenti, va in difficoltà, e oggi, purtroppo, non è all’altezza. Dispiace per il ragazzo, che deve cercare di ritrovarsi (CAICEDO 6,5 – Ha segnato, il suo l’ha fatto. Entra all’inizio del secondo tempo, prova a darsi da fare e riesce a trovare la rete del pareggio. Impegna Brignoli con un mancino rasoterra in area di rigore.).

DE VRIJ 6,5 – A parte la rete di testa (sottolineiamo, la sesta stagionale), disputa una buona partita.

LUIZ FELIPE 6 – Non mi ha convinto, va in difficoltà con Guilherme. L’insufficienza comunque non se la merita, ma in passato ha saputo fare di meglio.

MARUSIC 5,5 – Ritornava da un infortunio, si vede che non ha la migliore condizione fisica. Deve migliorare nei tagli, oggi appare abbastanza scolastico con la palla tra i piedi.

PAROLO 6 – È tornato dalla nazionale stanchissimo, ha fatto la sua parte. Non il miglior Parolo, Inzaghi gli risparmia l’ultimo quarto d’ora di gioco (MILINKOVIC-SAVIC 6 – Ha fatto un paio di giocate interessanti, senza lasciare il segno).

LEIVA 8 РGiocatore strepitoso. Anche oggi ̬ il migliore in campo, trovando la seconda rete consecutiva in Serie A, con un gran tiro a girare.

LUIS ALBERTO 7,5 – Oggi realizza due assist, e segna rete su calcio di rigore. Bella partita la sua, insieme e a Leiva prova sempre a infilare gli avversari con passaggi filtranti per Immobile. Delizioso il passaggio per Caicedo.

PATRIC 6,5 – Si impegna tantissimo, merita la sufficienza. Solo per l’abnegazione il suo voto si alza; forse proprio questa qualità potrebbe farlo rimanere alla Lazio.

FELIPE ANDERSON 7 – Termina la partita con la fascia da capitano sul braccio destro e non sul sinistro, come si usa fare. Alla prima imbeccata cambia la partita col passaggio per Immobile. È un calciatore che nelle gerarchie dei tiratori per i calci piazzati nemmeno c’è. Strano, proprio lui che è il giocatore con più qualità.

IMMOBILE 7,5 – Si vede quanto sia nervoso, quanto voglia segnare e forse strafare. È un giocatore innamorato della Lazio, teniamocelo stretto. Mette a segno una doppietta, sale a 26 reti in campionato. Causa l’espulsione di Puggioni, che prova a superare con un pallonetto sul lancio di Leiva (NANI 6 – Mi piace il suo atteggiamento, ha impegnato Brignoli in un paio di situazioni. Nonostante abbia vinto tantissimi trofei, vuole dimostrare di voler restare alla Lazio. Un atteggiamento che lo distingue per umiltà, e che sicuramente farà piacere a molti laziali. Questa è la strada giusta).

 

INZAGHI 8 – Ha fatto quello che doveva, non si è mai abbattuto. Ha difeso la Lazio e ci ha messo sempre la faccia. Oggi decisivo col cambio di Caicedo, che trova anche il gol. E adesso non possiamo mancare l’appuntamento più importante: giovedì bisogna sostenere questo mister, questi ragazzi.

 

FOTO: Fraioli

Follow LAZIALITA on Social
0