Inzaghi: “Entriamo nella parte delicata, dobbiamo trovare i risultati. Felipe Anderson titolare, da valutare Lulic. Nainggolan? Pensiamo solo al Benevento, diversi ballottaggi”

Inzaghi conf 201718

 

 

 

di Niccolò Faccini

 

 

FORMELLO – È tempo di attaccare nuovamente la spina per la Lazio, è tempo di Serie A. Dopo la sosta per gli impegni delle nazionali, i biancocelesti dovranno affrontare domani il Benevento di De Zerbi, fanalino di coda della Serie A, che tra l’altro fin qui non ha ottenuto alcun punto fuori casa. Come di consueto alla vigilia il tecnico delle aquile Simone Inzaghi ha parlato in sala stampa, rispondendo alle domande dei cronisti presenti. Di seguito le dichiarazioni del mister.

 

Ciao Simone, come hai ritrovato la squadra?

Ci siamo allenati bene, siamo preparati. Avevamo dei giocatori fuori con le nazionali che ho ritrovato ieri per il primo giorno. Gli altri rimasti qui hanno lavorato bene, qualcuno è riuscito a recuperare in vista della partita di domani. Sappiamo che da domani si entra nella parte più delicata della stagione. Dobbiamo dar seguito alle prestazioni con i risultati.

 

Chi mancherà nella gara di domani?

Wallace, Lukaku e Radu sicuramente non ci saranno. Oggi vedremo come starà Lulic, dopo l’ultimo allenamento decideremo se convocarlo o meno, il resto della squadra sarà a mia completa disposizione.

 

Col Benevento pensi di gestire le forze o invece essendo la prima partita di una lunga serie bisognerà stringere i denti e giocheranno i migliori?

Ho visto le ultime partite del Benevento. Non avrebbe meritato di perdere col Cagliari. Giocano un buon calcio, verranno con la testa libera qui all’Olimpico perché non hanno nulla da perdere. Cercherò di fare la formazione migliore possibile per battere questa squadra, la gara di domani sarà più ostica di quanto non dica la carta.

 

Hai pensato di riproporre Felipe Anderson esterno di destra?

Sono opzioni che vengono messe in atto a seconda dello stato fisico dei giocatori. Felipe Anderson è rimasto qui, si è allenato molto bene. Domani giocherà dall’inizio, in attacco.

 

Come si possono commentare le parole di Nainggolan?

Non ho seguito, non so neanche cosa abbia detto Nainggolan. Non ci deve interessare tutto ciò, il nostro focus è sul Benevento, su un finale di stagione in cui la squadra dovrà tirare fuori il 120%. Vogliamo finire al meglio, questa è l’unica cosa su cui siamo concentrati.

 

Come hai ritrovato Immobile e Parolo?

Si sono allenati bene ieri, hanno giocato entrambe le partite dell’Italia. Li ho trovati positivi, vogliosi di darci una mano.

 

Prima della sosta non sono arrivati risultati positivi. Hai una risposta a questo?

In primis è colpa nostra, avremmo dovuto far meglio. Poi è chiaro che con una concomitanza di episodi non siamo riusciti a vincere. Non bisogna cercare alibi, pensiamo solo a noi stessi. Ciò che è stato in passato ormai resta lì. Dobbiamo pensare a quello che sarà, solo su quello possiamo incidere.

 

Come sta Milinkovic? Come stanno Caceres e Radu?

Penso che Radu domani non sarà convocato, potrà tornare giovedì. Caceres ha avuto un risentimento nella partita di Coppa Italia col Milan, ha recuperato ma ancora non riesce a dare il 100%. Sarà nei convocati, ma non penso che partirà dall’inizio. Stesso discorso vale per Milinkovic, perché Sergej ha avuto un problemino a Cagliari, sarebbe stato meglio non utilizzarlo, ma anche lui è un ragazzo generoso. Si allena con la squadra da quattro giorni, vedremo se potrà partire dall’inizio.

 

Quanto è credibile per domani l’ipotesi di Luis Alberto a centrocampo?

Potrei far giocare lui da solo ma anche con Milinkovic in coppia nel ruolo di mezz’ala. Abbiamo la soluzione Murgia, può entrare in ballottaggio con Parolo. C’è ancora l’allenamento di oggi per decidere la formazione in vista del Benevento, farò tutte le valutazioni del caso per vincere e conquistare tre punti fondamentali per noi.

Tre punti che costituirebbero una boccata d’ossigeno non indifferente per una squadra che sarà chiamata ad un tour de force notevole ed ha come obiettivo quello di cominciare a racimolare punti senza commettere sbavature o passi falsi.

N.F.

 

Follow LAZIALITA on Social
0