Le PAGELLE di Guido De Angelis: “Lazio a corrente alternata. Felipe illumina, Immobile ultimo a mollare”

0D6CB442-EB31-40F2-89E4-930DB267B120

 

 

ROMA, Stadio Olimpico – La Lazio impatta per 2-2 contro la Dinamo Kiev: accade tutto nel secondo tempo, quando gli ucraini si portano in vantaggio: sono poi Immobile e Anderson a ribaltare il risultato, solo per qualche minuto però. Il tiro di Moraes, infatti, coglie impreparato Strakosha, e fissa il punteggio sul pari. Come di consueto a margine del match, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 6 – Effettua una bella parata su Pivaric, ma si fa trovare impreparato sul 2-2 di Moraes.

WALLACE 5,5 – Oggi non dimostra sicurezza. Soffre a tratti gli attacchi avversari (NANI sv).

DE VRIJ 6 – In partite come queste deve far sentire di più la sua presenza. Avrebbe dovuto prendere in mano la situazione in difesa.

RADU 6,5 – Non perde mai la testa, chiude più volte le iniziative che arrivano dalla sua parte.

BASTA 6 – Nel primo tempo prova a spingere sulla fascia destra. Mette dentro qualche pallone, partita non esaltante (PATRIC 5,5 – Non entra bene in partita, non riesce a dare il suo contributo).

MURGIA 5 – Non ce ne voglia il ragazzo, ma oggi non incide, anzi. Sbaglia diversi cross, prova a inserirsi ma senza riuscita (PAROLO 6 – Tenta di aiutare i suoi, ha pochi minuti a disposizione).

LEIVA 6 РStasera la sua prova non ̬ eccezionale. Si vede che deve gestire le energie.

MILINKOVIC-SAVIC 5,5 – Fa solo l’assist, per il resto sbaglia molti appoggi. Ci si aspettava di più da lui.

LUKAKU 5,5 РA volte disorienta gli avversari, ma anche se stesso. Jordan oggi non spinge sulla sinistra, ̬ lento negli appoggi.

FELIPE ANDERSON 7 – Gol e assist per Felipe, che è l’unico a dare l’impressione di poter fare qualosa.

IMMOBILE 7 – Ci prova fino all’ultimo. Ennesimo gol di una grande stagione per lui, il palo lo ferma in extremis.

 

INZAGHI 6,5 – Fa poco turnover, mette in campo una formazione che potrebbe dare di più. Ha poche responsabilità per quanto riguarda il risultato, ora sosteniamo il mister e la squadra prima a Cagliari, poi a Kiev.

 

 

FOTO: Fraioli

Follow LAZIALITA on Social