L’AVVERSARIO – La Lazio alla scoperta della Dinamo Kiev: buona organizzazione e l’estro di Gonzalez…

 

fbl-dynamo-aek-fbl-eur-c3-1024x715

di G. Jacopo Romagnoli

L’urna di Nyon ha deciso, la Lazio affronterĂ  agli ottavi di finale di Europa League la Dinamo Kiev. Sorteggio positivo per i biancocelesti, che hanno evitato squadre del livello di Arsenal e Atletico Madrid, ma sarĂ  un impegno assolutamente da non sottovalutare. La gara di andata si giocherĂ  a Roma l’8 marzo, mentre il ritorno all’Olimpico di Kiev esattamente una settimana dopo. Non si tratta di una prima volta per le due compagini, infatti si affrontarono giĂ  nella stagione 1999-2000, in quell’occasione la manifestazione era la Champions League e i biancocelesti vinsero sia l’andata, per 2-1, che il ritorno 0-1.

In questo momento storico non sembra essere piĂą la squadra forte che era in passato, ma giocare nella gelida Ucraina sarĂ  sicuramente un’insidia per i ragazzi di Inzaghi. La formazione allenata da ChackeviÄŤ, in patria è al secondo posto in classifica, dietro allo Shakhtar, con una partita da recuperare. Il loro punto di forza è la difesa, è una squadra che subisce poche reti, compatta e molto fisica. Ha in Mbokani il loro miglior marcatore con 8 gol in 16 partite, ma è attualmente fuori per infortunio e non si ha una data certa per il suo rientro. Così il mister farĂ  affidamento al suo giocatore di maggior talento, Derlis Gonzalez, dotato di estro e velocitĂ . La Lazio ha un tasso tecnico decisamente superiore ai suoi avversari, ma sarĂ  il campo a decidere chi volerĂ  ai quarti di finale.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0