L’avv. Mignogna: “Atterriti dai continui errori arbitrali contro la Lazio. Così si altera il campionato”

 

28012018-inzaghi-cutrone-rv-2-1517176020990-1724-1-mp4-1280x720

L’avv. Gian Luca Mignogna ai microfoni di Cittaceleste Tv, ha parlato riguardo l’istituzione del Comitato Consumatori Lazio: “Come tutti i tifosi laziali, siamo rimasti atterriti, da due mesi a questa parte, di vedere errori arbitrali che si ripetono incessantemente a danno della Lazio e dei suoi tifosi, c’è qualcosa che non quadra. Con questo Comitato abbiamo pensato di farci avanti per tutelare gli interessi dei consumatori laziali, perchè in questo mondo i tifosi sono anche dei consumatori. Abbiamo ideato anche questa iniziativa della Class Action, che ha avuto un grande successo, però necessitava anche dell’istituzione di un comitato, di cui fanno parte oltre al sottoscritto e Pasquale Trane, anche Gabriele Paparelli, Giorgio Sandri e Alessandro Soddu. Avrebbe dovuto farne parte anche la compianta Rosaria Romani, che ci ha lasciato l’eredità morale di combattere tutti insieme e uniti per la Lazio. La questione arbitrale, cosa dire, contro il Milan l’ennesimo scempio, e l’abbiamo già inserita nella Class Action, partita chiaramente indirizzata dal gol di mano di Cutrone. Non riusciamo a capire come possa essere stato non visto dall’Assistente Var, che ha 4 monitor e 4 immagini per poter revisionare l’episodio, e la stessa cosa era già accaduta in altri match. Ora il prossimo passo sarà sabato prossimo, che ci sarà l’assemblea del consiglio direttivo, per assegnare le nuove cariche di presidente, vice presidenti e quant’altro, poi fissare l’ordine del giorno di una convention che a metà febbraio convocheremo con tutti coloro che hanno aderito al Comitato Consumatori Lazio e soprattutto metteremo ai voti la proposizione in Tribunale della Class Action, perchè errori come quelli visti in Milan-Lazio e in altre partite sono gravissimi. Noi vogliamo che tutto questo venga accertato e dichiarato, perchè il protocollo Var è chiaro, ma è stato disatteso. Il nostro è un comitato indipendente, ci muoviamo autonomamente, non c’è nessun collegamento con la società, però le finalità convergono. Noi vogliamo solo fare il bene della Lazio. Vorrei aggiungere che noi non siamo assolutamente contrari al Var, che è una grandissima innovazione tecnologica, ma deve funzionare nella legalità e nella correttezza, sono le persone che sbagliano. Noi vorremmo che l’intero vertice dell’Aia si dimettesse, perchè questo è un fallimento vero e proprio di Nicchi e di Rizzoli. Con tutti questi errori si sta alterando, non solo il cammino della Lazio, ma anche il cammino delle altre“.

Follow LAZIALITA on Social
0