Le PAGELLE di Guido De Angelis: “Bastos ancora decisivo in negativo, ci danneggia anche il non-intervento del Var. Milinkovic immenso, grazie lo stesso, Inzaghi”

200450445-7f16172c-f46d-4898-bc80-9f0945406477

 

Milano, Stadio Meazza – La Lazio non riesce a sfatare il tab√Ļ di San Siro in campionato contro il Milan. Un primo tempo non certo esaltante e un mancato intervento del Var indirizzano la partita sul 2-1 per i rossoneri, che poi resistono all’assalto continuo dei biancocelesti nel secondo tempo. Come di consueto a margine della gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 6,5 РBene il numero 1 della Lazio; ha parato quello che poteva. Incolpevole sui gol.

BASTOS 4,5 – Perde l’uomo nelle entrambe azioni da gol: errori del genere si pagano troppo cari, il difensore deve capirlo. Purtroppo √®, ancora una volta, decisivo in negativo.

DE VRIJ 6,5 РHa fatto quello che poteva, esce anzitempo dal campo (LUIZ FELIPE 6 РEntra col risultato compromesso, è bravo a gestire con serenità e contrazione il pallone).

RADU 6,5 – Bravo, sempre puntuale sull’avversario. Cerca di fermare Suso, uno degli avversari pi√Ļ difficili da marcare in campionato.

MARUSIC 6,5 – Oggi segna, ma non spinge troppo in avanti. Bravo a farsi trovare pronto, prova sufficiente (NANI 5 – Non cambia la gara, si intestardisce nel dribbling contro Calabria).

PAROLO 7,5 РStraordinario a centrocampo, tiene in piedi il centrocampo della Lazio quando i biancocelesti sono tutti in attacco. Sfiora il gol nel finale con un tiro di poco a lato.

LEIVA 6,5 РSi vede che è stanco, i rossoneri lo hanno accerchiato. Inzaghi lo leva per preservarlo e per evitare il giallo che sarebbe valso la squalifica in campionato (FELIPE ANDERSON 7,5 РA volte sembra che ci stia facendo un favore, però dobbiamo essere sinceri: ha fatto impazzire tutti i difensori con le sue giocate. I suoi dribbling e le accelerazioni fanno nascere due enormi occasioni per Milinkovic e Lulic).

MILINKOVIC-SAVIC 8 – Immenso, da solo si alza perennemente in cielo e raccoglie palloni che arrivano da ogni parte. Peccato non riesca a buttarla dentro; insormontabile nel duello fisico, Bonucci ne esce male.

LULIC 6,5 – Stanco anche lui,¬†si mangia un gol clamoroso: in quel caso emerge tutta la voglia di anticipare la giocata e buttarla dentro prima dell’arrivo dei difensori.

LUIS ALBERTO 6,5 – Pensate la qualit√† del giocatore: oggi, nel giorno in cui √® meno ispirato del solito, colpisce una traversa piena e innesca l’azione del gol con un tocco per Leiva (che poi apre per Marusic).

CAICEDO 6,5 – Non ha giocato male. Prova a fare il suo, cerca di dialogare con i compagni, tentando di creare situazioni pericolose.

 

INZAGHI 8 – Grazie lo stesso per una partita meravigliosa che la Lazio ha espresso nel secondo tempo. Pochi appunti da fare ai biancocelesti, se non all’approccio nei primi minuti di gioco; ora la testa deve andare alla semifinale di coppa Italia, impegno imminente per le aquile.

 

DIREZIONE ARBITRALE (IRRATI in campo, ROCCHI al Var) – Dalla¬†sconfitta di misura subita oggi, la Lazio esce¬†danneggiata in maniera clamorosa: √® vero, ci sono gli errori difensivi di Bastos, ma il vantaggio del Milan deriva da un gol evidentemente irregolare. La rete di Cutrone al 15′ del primo tempo √® da annullare e non capiamo perch√©, Irrati, che magari non avr√† visto in presa diretta il tocco di gomito, non sia stato mandato a verificare la situazione al monitor dal Var Rocchi. Non √® la prima volta che i biancocelesti vengono danneggiati dalla direzione arbitrale, oggi la squadra di Inzaghi avrebbe meritato¬†almeno un punto.

 

Follow LAZIALITA on Social