Le PAGELLE di Guido De Angelis: “Milinkovic e Luis Alberto trascinano i biancocelesti. La Lazio non muore mai, ora tutti allo stadio col Crotone‚ÄĚ

Schermata 2017-12-17 alle 23.16.22

 

BERGAMO, Atleti Azzurri d’Italia – Atalanta e Lazio danno vita a una partita combattuta, dove a spuntarla sono solo i gol: finisce 3-3 il posticipo domenicale, in un campo difficile da espugnare per chi gioca in trasferta. Come di consueto a fine gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 7,5 – Importante questa sera, salva due-tre tiri avversari: prima il pallone del possibile terzo gol dell’Atalanta, poi respinge in angolo il tiro di Gomez sull’errore di Wallace.

BASTOS 5 – Macchia la partita con un grande sbaglio, intervenendo malamente con una scivolata sconsiderata in area di rigore (WALLACE 5 – Inzaghi lo inserisce per tamponare il centro destra della difesa, ma lui commette un errore che avrebbe potuto compromettere la partita dei biancocelesti)

DE VRIJ 7 – Grande partita del generale. Colonna della nostra Lazio.

RADU 6 – Mai sotto la sufficienza in questi primi quattro mesi di stagione; il numero 26 non sfigura mai.

MARUSIC 6 – Partita discreta, di certo non esaltante per il laterale montenegrino che sbaglia il movimento (in collaborazione con Bastos) sul gol di Caldara.

PAROLO 6,5 – Avversario difficile, quello di questa sera: il centrocampo dell’Atalanta corre e lotta, Parolo tiene botta.

LEIVA 7 – Giocatore che conferma match dopo match la sua importanza nello scacchiere di Inzaghi.¬†Dovevamo recuperare il risultato, e quindi esce dal campo;¬†Wallace si √® trovato per√≤ in difficolt√† 1 vs 1 (FELIPE ANDERSON 6 – Alterna cose buone a letture sbagliate dell’azione. Tutto sommato sufficiente).

MILINKOVIC-SAVIC 8 – Oggi grande partita, uno dei migliori della Lazio. Doppietta che sveglia la squadra, ancora trascinatore in trasferta.

LULIC 6,5 – Un po’ arruffone, ma si da da fare. Hateboer prova a metterlo in difficolt√†, Senad risponde con le sue sgroppate (LUKAKU sv).

LUIS ALBERTO 8 – Continua a essere tra i pi√Ļ¬†importanti. Il nostro mago del centrocampo crea traiettorie impossibili, fondamentale il suo gol che fissa la gara sul pareggio.

CAICEDO 6,5 – Si impegna, non fa rimpiangere immobile, rischia di segnare e lavora molto per la squadra. Si fa sentire contro i centrali bergamaschi, bravo Felipe.

 

INZAGHI 8 – Grande Lazio. Nonostante un’Atalanta con i fiocchi, questa squadra non muore mai, rinasce sempre. Simone √® completamente dentro il match, si arrabbia con Irrati per l’intervento di Hateboer, al limite dell’espulsione, e punito solo col giallo: per questo il mister viene allontanato. Rappresenta la voglia di vincere di tutti i laziali.

Follow LAZIALITA on Social