Inzaghi: “Partita difficile a Bergamo, Atalanta squadra fisica. Fiducia in Caicedo, soddisfatto di Anderson. Arbitro? Spero ci sarà più attenzione verso tutti”

conf 201718

FORMELLO – La Lazio vuole dare seguito alla vittoria in Coppa Italia (4-1 ai danni del Cittadella) ottenuta lo scorso giovedì allo stadio Olimpico. I biancocelesti dovranno vedersela con l’Atalanta di Gasperini, che in casa ha costruito gran parte del suo bottino di punti (17 sui 23 totali), cadendo solo una volta, proprio contro l’altra squadra romana. Alla viglia del posticipo serale in programma all’Atleti Azzurri d’Italia, il tecnico dei capitolini, Simone Inzaghi, ha preso parola nella sala stampa presso il centro sportivo delle aquile.

 

Queste le dichiarazioni del mister.

 

Psicologicamente come sta la squadra?

Avevamo bisogno di una buona partita giovedì, è quello che avevo chiesto ai ragazzi; la partita col Cittadella poteva essere pericolosa e la squadra è stata molto brava ad approcciare un match che con un approccio sbagliato non sarebbe stato semplice. Per fare bene domani, dovremo fare meglio di giovedì.

 

Pensi di essere riuscito a cancellare le tossine di lunedì scorso?

Dovremo essere bravi a lasciarci tutto alle spalle, ho ringraziato i tifosi, che ci hanno fatto sentire la loro vicinanza e sono stati fondamentali per approcciare nel modo giusto alla partita di giovedì. La gara col Torino ci ha tolto punti importanti, e un giocatore forte (Immobile, ndr). Spero che d’ora in poi ci sia già attenzione verso tutti, chiunque ha visto quello che ci è successo.

 

Cosa permette alla Lazio di vincere tutte le partite in trasferta della stagione?

Stiamo esprimendo un grandissimo gioco fuori dall’Olimpico; noi ad essere sincero giochiamo con lo stesso modulo, con le stesse caratteristiche. Credo che il tutto sia dovuto anche dagli episodi.

 

Come sta Felipe Anderson? Potrebbe fare il falso nove?

È più avanti di quello che pensavo, non è rientrato da una squalifica, ma da uno stop di 4 mesi. Giovedì ha fatto benissimo; aveva preventivato di farlo giocare 55 minuti, invece ne ha fatti 65. Sono contentissimo di lui.

 

Quanta fiducia ha nella coppia Luis Alberto-Caicedo?

Molto, Caicedo è un giocatore che mi soddisfa; se non avesse avuto davanti Immobile e Luis Alberto, avrebbe giocato di più. Si è trovato davanti due calciatori che stanno giocando in modo straordinario. È un ragazzo serio, che lavora, si è messo a disposizione di tutti. Mi soddisfa a pieno, quando è stato chiamato in causa, ha sempre risposto presente.

 

C’è ancora consapevolezza di lottare per i primi posti?

I punti dovevano essere certamente di più, sappiamo che ci sono stati tolti dei punti; dobbiamo essere squadra e fare ancora di più, perché finora non è bastato impegnarsi a fare il massimo.

 

Hai visto la designazione, cosa pensi?

Io penso che, purtroppo, grazie a quello che ci è successo, ci sarà più attenzione verso tutti. Sarebbe brutto accadesse a un collega mio, quanto ci è successo nelle ultime quattro domeniche.

 

Senza Immobile cosa cambia?

Giocherà inizialmente Caicedo al posto suo; il ragazzo ha la mia massima fiducia. L’Atalanta è una squadra forte, che sta facendo bene; ha perso qualche punto all’inizio a causa dell’Europa League; mi fa piacere incontrare Gasperini perché dà un’impronta alla squadra ed è una persona con cui è bello parlare di calcio.

 

Caicedo va servito in modo diverso? Il campo è difficile, conta l’approccio…

Lì si sono fermate tantissime squadre, l’Atalanta ha un ottimo tecnico e ottime idee; è una squadra fisica, gioca all’europea.

 

 

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0