Diaconale: “Noi vittime di una catena di errori sospetta. I tifosi ci chiedono di protestare, anche ritirando la squadra…”

 

diaconale

Nel corso della trasmissione radiofonica TuttiConvocati in onda su Radio24, Arturo Diaconale, capo ufficio stampa della Lazio, ha avuto modo ancora una volta di parlare di quanto accaduto ieri sera in occasione della gara casalinga tra biancocelesti e Torino: “Nel momento in cui la Lazio si avvicina a conquistare un posto in Champions, va contro gli interessi di altri. C’è una richiesta della tifoseria di compiere degli atti per protestare, in ipotesi estrema ritirare la Lazio dal campionato. A nome di tutti i tifosi della Lazio chiedo che non ci siano più questi errori, vogliamo un campionato corretto, e ribadisco l’amarezza della società per una vicenda che ha dello scandaloso, se fosse stato assegnato quel rigore solare non avremmo avuto l’espulsione di Immobile. Lui era talmente imbufalito che mi sembra che si sia misurato nella sua reazione; poi sicuramente il Torino non ha rubato nulla, ma sarebbe stata bella partita se giocata ad armi pari. È sbagliato dare responsabilità al VAR, che mi sembra possa essere un mezzo che dovrebbe aiutare gli arbitri, ma l’episodio di ieri è l’ultimo anello di una catena di errori che sembrano diretti a penalizzare la Lazio. A me non piace il piagnisteo né tantomento il complottismo, ma il diritto al sospetto va concesso, qui non parliamo di arbitri scarsi ma dei migliori del mondo, e allora se non c’è incompetenza che cosa c’è?”

Follow LAZIALITA on Social
0