Ripartire da gruppo e lasciarsi alle spalle il derby: prima il Vitesse e poi la Fiorentina per scacciare ogni fantasma

 

lazio-esultanza-settembre-2017

La Lazio deve ripartire. Una squadra abituata a vincere ha dovuto subire lo stop inaspettato del derby della Capitale. L’imperativo è ora quello di ricaricare le pile e tornare a fare punti in campionato. Domenica arriverà la Fiorentina dell’ex Pioli e del Cholito Simeone, e i tre punti saranno obbligatori, anche perché il calendario della Lazio da qui alla fine del girone di andata non farà sconti. Prima, però, il Vitesse in Europa League. L’Europa sarà l’occasione per vedere in campo tanti giovani, data la qualificazione da primi nel girone K ormai già acquisita. Probabile che giovedì possa esordire in porta Vargic, con Patric e Luiz Felipe che quasi certamente verranno riproposti nella difesa a 3. A centrocampo sarà il turno di Murgia e forse anche di Luca Crecco, con Lukaku che scalpita ma potrebbe essere preservato per il campionato. In avanti, con Caicedo out ed Immobile che ha bisogno assoluto di rifiatare, probabile che siano Nani e Palombi ad essere schierati dall’inizio. Ma al match manca ancora tanto e ci sarà tempo per mister Inzaghi per decidere l’11 che sfiderà la compagine olandese. Ora c’è da lavorare sulla testa dei calciatori, e il diktat è ripartire immediatamente. Davanti corrono, e Lazio non può permettersi di fermarsi.

Follow LAZIALITA on Social
0