Inzaghi: “La vittoria del derby può spostare l’inerzia del campionato, Immobile? Ha un problema, speriamo che giochi. Stimo Di Francesco, mi aspetto una gran partita”

conf 201718

FORMELLO – Poche ore ancora e poi sarà derby. Lazio e Roma si affronteranno per l’ennesima volta presso lo Stadio Olimpico di Roma per dare vita a uno dei derby più sentiti al mondo, quello della Capitale. Le due squadre arrivano all’appuntamento della tredicesima giornata di campionato con posizioni di classifica più che positive. Nella settimana della non qualificazione dell’Italia al mondiale, nel mondo calcistico è il momento di una delle partite più seguite. Alla vigilia del match, l’allenatore dei biancocelesti, Simone Inzaghi, ha risposto alle domande dei cronisti presso la sala stampa del quartiere delle aquile.

 

Queste le dichiarazioni del mister.

 

Come sta Immobile?

Risente ancora un po’ del problemino che aveva accusato alla vigilia della partita con l’Udinese. Mercoledì si era mosso abbastanza bene con la squadra, ieri il problema si è ripresentato così abbiamo preferito lasciarlo a riposo. Oggi c’è l’allenamento, vedremo come reagirà.

 

Comunque si tende a rischiarlo?

Ciro è un ragazzo generoso, lo scorso anno ha saltato solo l’ultimo derby e la partita con il Chievo. C’è la speranza di vederlo in campo.

 

Cosa è il derby per Inzaghi?

Il derby è una partita diversa, la dovremo affrontare con tantissima corsa e aggressività. Dall’altra parte affrontiamo una squadra con valori assoluti che non avrà paura di affrontare una Lazio in questo momento di forma.

 

Una vittoria farebbe alzare l’asticella della Lazio?

È una partita particolare, e chi riuscirà a vincere questo derby avrà una grandissima  forza di inerzia a favore. Bisogna parlare poco e giocarli nel migliore dei modi. I ragazzi sono rientrati bene dalla nazionale, dovremo verificare lo stato di Immobile e oggi lo faremo. Per domani vorrei fare un appello: che sia un derby all’insegna del spettacolo, perché proprio in questi giorni c’è stata la ricorrenza della scomparsa di Gabriele Sandri. Tornando al campo, sono due squadre che stanno molto bene, giocheremo contro una Roma che ha tantissime soluzioni, la considero una rosa molto lunga, simile a quella della Juventus, hanno un grandissimo tecnico che stimo molto. Mi aspetto un derby di qualità.

 

Si aspettava una gestione diversa di Immobile?

Ha giocato le due partite al massimo delle sue disponibilità fisiche. Sapevamo tutti che aveva un problema, mi aspettavo che Immobile avrebbe poi fatto due partite con grande intensità. Ha ancora il problema nello stesso punto, e oggi verificheremo il tutto.

 

Felipe Anderson e Wallace?

Si sono allenati bene la squadra, ma avevano qualche piccolo problema. Fino a martedì prossimo faranno un programma personalizzato per riaverli al 100% e non part-time. Li aspetto al più presto, sono due giocatori molto importanti.

 

Come si prepara il derby dal punto di vista della comunicazione? Bisogna essere umili?

Ogni giocatore la prepara a modo suo. Io e il mio staff sappiamo che questa non è una partita come le altre; in molti lo hanno giocato, essendocene stati quattro lo scorso anno, i ragazzi si caleranno nella parte. Per quanto riguarda noi dello staff, abbiamo cercato ancora una volta cosa è il derby per questa città e per i nostri tifosi.

 

Avrà parlato con Immobile e Parolo, che corde ha toccato?

Entrambi hanno vissuto una grandissima delusione, ci aspetta subito una grandissima partita e speriamo che Immobile riesca ad essere in campo e possa mettere in gioco le sue qualità.

 

Hai vinto due derby su quattro, quali differenze ci sono tra la Roma di Spalletti e quella di Di Francesco?

Parliamo di due tra gli allenatori migliori che abbiamo in Italia. Quest’anno la Roma subisce pochi gol e sbaglia meno. Creano un po’ meno in avanti, senza Salah potrebbero aver perso qualcosa, anche non avendo a disposizione Schick. Sono comunque bravi a mettere in campo le idee dell’allenatore.

 

Lazio e Roma sono sullo stesso piano?

Sono due squadre che stanno mettendo in pratica un ottimo calcio, nessuno a giugno avrebbe immaginato che la Lazio fosse davanti alla Roma in classifica. Noi dobbiamo continuare così, giocando partita per partita. Abbiamo intorno squadre che dalla critica erano messe tutte davanti a noi alla vigilia.

 

Che tipo di atteggiamento ti aspetti dalla Roma per domani? Primo derby col Var, è stata la partita che ha prodotto iù espulsioni in Italia negli ultimi venti anni…

Per quanto riguarda il Var ormai i giocatori si sono abituati, ci sono dei momenti in cui il guardalinee resta con la bandierina giù e poi attende per alzarla. Ci sono dei momenti in cui la Roma è più aggressiva, altri in cui lo è meno. È una squadra organizzata da cui ti puoi aspettare di tutto.

 

Pensa che domani la partita possa perdere qualcosa al livello estetico?

Ci sono due squadre che stanno offrendo un gran calcio, secondo me sarà un grandissimo derby. Che lo vinca il migliore.

 

 

 

 

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0