Le PAGELLE di Guido De Angelis: “Lazio non esaltante ma vittoriosa. Giusto celebrare il passaggio ai sedicesimi, risposte positive da Luiz Felipe”

Schermata 2017-11-02 alle 23.21.08

 

ROMA – La Lazio riesce a vincere una partita destinata al pareggio con un autogol di Le Marchand al 92′, propiziato da un colpo di testa di Parolo, entrato a gara in corso dalla panchina. Il successo vale la qualificazione alla fase a eliminazione diretta della UEFA Europa League, terminando a 12 punti nel girone dopo quattro giornate. Come di consueto a fine gara, arrivano le pagelle del nostro direttore Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 6 – Mai impegnato, difficile dare un giudizio.

PATRIC 6 – Non va troppo in sofferenza sulla destra, partita discreta.

DE VRIJ 6,5 – Chiude due traiettorie insidiose nella ripresa, curiosità di oggi, la fascia di capitano sul braccio per la prima volta (tutti i vice non erano in campo).

LUIZ FELIPE 7 – Uno dei migliori. Il voto sembrerebbe forse esagerato, ma il brasiliano dà la forte dimostrazione di poterci stare, eccome, in questo gruppo.-

MARUSIC 6,5 – Uno dei più positivi dei suoi, spinge nel primo tempo, prova a creare qualcosa anche nel secondo.

MURGIA 6 – Partita non brillantissima, rimane comunque propositivo (LULIC 6 – Quando entra cambia leggermente l’inerzia della partita, dà esperienza).

LEIVA 6,5 – Nelle ultime due gare non il miglior Leiva. Oggi leggermente meglio rispetto alla prova di Benevento.

LUIS ALBERTO 6,5 – Prova a creare qualcosa in attacco, non riesce a incidere come al suo solito. Un pregio, questa sera, sicuramente ce l’ha: batte bene i calci piazzati. Forse il ruolo di mezzala lo penalizza.

LUKAKU 7 – Insieme a Luiz Felipe il migliore dei suoi. Spinge tantissimo sulla fascia sinistra, creando pericoli per la difesa nizzarda. Bravo Jordan (PAROLO 6,5 – Propizia il gol con una deviazione; nel quarto d’ora che gioca prova a farsi vedere a centrocampo, senza però grandi successi).

NANI 6 – Prestazione non esaltante, cerca il dribbling in un paio di occasioni, riuscendoci, ma senza impensierire Dante e compagni (MILINKOVIC 6 – Autore di buone giocate e allo stesso tempo di cattive letture sui movimenti dei compagni. Prova a spostare gli equilibri nel secondo tempo).

CAICEDO 6 РPurtroppo dobbiamo dirlo: oggi non ̬ stato il Caicedo che ci aspettavamo. Lento, poco presente sui palloni serviti in area di rigore.

 

 

INZAGHI 7 РQuattro partite in Europa, altrettante vittorie e passaggio del turno conquistato. Bravo Simone, se la Lazio vince, anche in questo modo, forse non ̬ un caso. Solo con carattere e costanza si possono ottenere 9 vittorie consecutive.

 

 

FOTO: A. Fraioli

Follow LAZIALITA on Social