FORMELLO – Sei cambi rispetto al Benevento, riposano Bastos e Radu, c’√® de Vrij. Parolo in regia, Lulic interno, Marusic e Lukaku sulle fasce. E Immobile riposa in vista di un tour de force…

 

PicsArt_11-01-06.19.48

 

 

di Niccolò Faccini

 

 

FORMELLO – Si respira grande concentrazione al Fersini, in campo si fatica ma senza perdere il sorriso, e non potrebbe essere altrimenti. La Lazio di Inzaghi √® in serie positiva, ed √® un vero eufemismo. I biancocelesti hanno vinto tutte le gare di campionato a partire dall’ultima sosta, e in Europa League dopo tre giornate la classifica dice 9 punti sui 9 disponibili. En plein. Tuttavia, domani c’√® il Nizza, in quella che potrebbe essere la gara decisiva per regalare ad Inzaghi la qualificazione. Non si allena Wallace, che torner√† dopo la sosta e cercher√† di essere a disposizione per il derby, cos√¨ come Felipe Anderson. Non c’√® nemmeno Ciro Immobile: l’attaccante biancoceleste non verr√† convocato dal tecnico della Lazio per la gara contro i francesi, in modo da poter riposare e prepararsi in vista del fondamentale match casalingo con l’Udinese, l’ultima prima di una sosta per le Nazionali che sar√†¬†determinante¬†per l’Italia. Ciro ha giocato sempre, √® stanco e sar√† chiamato ad un vero e proprio tour de force nelle gare con Udinese, Svezia e Roma alla ripresa, dunque domani in attacco Caicedo giocher√† quasi certamente per tutti i 90 minuti. Tra i pali come sempre Strakosha, che non ha saltato un secondo¬†dall’inizio della stagione. In difesa Bastos ha disputato tutte le partite dalla Juventus in poi, ecco perch√© rifiater√†. Al suo posto ci sar√† Patric, pronto a sfruttare un’occasione da titolare.¬†Per Stefan Radu vale un discorso molto simile: il calciatore √® sempre partito nello scacchiere-tipo¬†ed ha bisogno di riposo, dunque al suo posto Luiz Felipe¬†verr√† schierato in una posizione per lui inedita. Il perno della difesa sar√† quindi ancora una volta Stefan de Vrij, allenatosi al meglio ed assolutamente insostituibile. Capitolo centrocampo: nonostante Inzaghi abbia parlato di una possibile partenza da titolare per Dusan Basta, a scendere in campo sulla fascia destra sar√† Marusic, col serbo ex Udinese che¬†partir√† dalla panchina con speranza di subentrare a gara in corso, per poi giocare contro la sua vecchia squadra). Riposer√† anche Lucas Leiva, che necessita di essere preservato. Dato l’infortunio di Davide Di Gennaro¬†Parolo agir√† in regia, una posizione inedita che il duttile centrocampista di Gallarate ricoprir√† in extremis, supportato ai fianchi da Alessandro Murgia e Lulic.¬†Il bosniaco √® insostituibile e sui suoi polmoni Inzaghi pu√≤ fare perenne affidamento.¬†Questa volta per√≤ non avr√† il compito di arare la¬†fascia sinistra come di consueto, giacch√® su quella corsia correr√† Jordan Lukaku. In avanti le scelte sono chiare: turnover anche per Luis Alberto, con Nani che dovr√† agire dietro Felipe Caicedo, che ha gi√† siglato una rete al Nizza all’andata e sembra intenzionato a ripetersi. La formazione della Lazio sar√† con tutta probabilit√† la seguente (3-5-2): Strakosha; Patric, de Vrij, Luiz Felipe; Marusic, Murgia, Parolo, Lulic, Lukaku; Nani, Caicedo. L’obiettivo √® quello di mettere una seria ipoteca sulla qualificazione dando spazio anche a qualcuna delle seconde linee, in modo che anche i non titolarissimi possano scaldare i motori: Inzaghi sa bene quanto sar√† importante poter ricorrere a costanti rotazioni da qui a fine stagione. Quella col Nizza sembra l’occasione perfetta.

N.F.

Follow LAZIALITA on Social
0