Lulic croce e delizia: prima il terzo gol al Dall’Ara, poi l’autorete

Lulic

Primo tempo da incorniciare, secondo da dimenticare. Questa la sintesi del match di Senad Lulic in una serata per lui piena di emozioni contrastanti.
Nella prima parte di gara il bosniaco trova la terza rete¬†contro il Bologna al Dall’Ara. La prima risale al 23 ottobre 2011, fu¬†la sua prima volta con la maglia della Lazio e il match si concluse con il risultato di 0-2. La seconda √® invece datata 17 gennaio 2016, con il gol del bosniaco, insieme al calcio di rigore di Candreva, a pareggiare l’iniziale doppio svantaggio.
Oggi arriva la terza rete, di testa, su assist di Luis Alberto. Sembrerebbe tutto perfetto, quando a macchiare la prestazione del numero 19 ci pensa il maldestro autogol che accorcia le distanze per i padroni di casa e di fatto sigla la “quarta” marcatura allo stadio¬†bolognese. Una reta amara che porta successivamente Inzaghi a sostituirlo, causa stanchezza e possibile calo a livello mentale. Senad sembra non prenderla benissimo: normale per un giocatore che d√† sempre tutto e che vorrebbe continuare a lottare per portare a casa i tre punti.
La vittoria arriva comunque, la Lazio si porta a quota 25 punti al terzo posto in classifica insieme alla Juventus.
Inzaghi nel post partita ristabilisce la calma: “Nessun caso con Senad, aveva solo tanta voglia di giocare, abbiamo un grande rapporto“.

Follow LAZIALITA on Social
0