FOCUS РEcco lo Zulte Waregem: nato nel 2001 e già due coppe in bacheca

il-zulte-waregem-campione-della-coppa-di-belgio-maxw-654
In un Olimpico a porte chiuse va in scena la seconda giornata del Girone K della Uefa Europa League 2017-18. I biancocelesti di Simone Inzaghi, in forte emergenza per quanto concerne il reparto arretrato, se la vedranno contro i belgi dello Zulte Waregem, sconfitto all’esordio per 1-5 dal Nizza.

STORIA

Lo Sportverenigin Zulte Waregem, detto anche Essevee, nasce nel 2001, in seguito alla fusione di due club, lo¬†Zultse V.V. e il K.S.V. Waregem. Il club comincia la sua prima stagione ufficiale in terza divisione, vincendo subito¬†e salendo di categoria. Trascorrono appena tre anni e anche il traguardo della massima¬†divisone viene raggiunto (2004-2005). Al suo primo anno tra le grandi, il club raggiunge il settimo posto in classifica e riesce nell’impresa di vincere il primo trofeo della sua storia: la Coppa di Belgio. Nelle¬†stagioni successive si alternano alti e bassi (in cui spicca il secondo posto del 2012-13 e una qualificazione ai preliminari di Champions League nel 2013-14) fino ad arrivare alla passata, in cui la societ√† riesce ad ottenere la sua seconda Coppa di Belgio ai calci di rigore contro l’Ostenda in cui militava l’attuale terzino biancoceleste Adam Marusic (nonch√© ex-squadra di Jordan Lukaku).
Lo stadio di casa, il Regenboogstadion, conta appena 8.500 posti.

GIOCATORI CHIAVE

A difendere i pali del club belga ci sar√† Nicola Leali, portiere classe 93′ in prestito dalla Juventus e vecchia conoscenza del nostro calcio.
Il reparto offensivo potr√† fare affidamento su alcuni elementi¬†dalle discrete qualit√†. Tra questi il turco Onur Kaya, trequartista esperto,¬†dotato di buona velocit√† e spesso autore di assist vincenti. Altro nome da tenere sott’occhio √® quello di Nill De Pauw,¬†ala destra all’occorrenza trequartista dotato di un buon tiro dalla distanza. Infine, il giovanissimo Ivan Saponjic,¬†centravanti classe 1997, 1.92 di statura in prestito dal Benfica B. Sicuramente il giocatore di maggior prospettiva, cresciuto nel Partizan Belgrado e in pianta stabile nelle file della Serbia giovanile, con cui ha vinto insieme al biancoceleste Milinkovic-Savic, il campionato del Mondo U20 nel 2015. Dotato di grandi capacit√† tecniche e balistiche, potrebbe essere il pericolo numero uno per la difesa biancoceleste, anche se il compagno di reparto, il nigeriano Olayinka, ha segnato tanto quanto lui.

PROBABILE FORMAZIONE E STATISTICHE

La formazione che il tecnico Dury schiererà con maggior probabilità sarà la seguente:
(4-2-3-1): Leali; De Fauw, Heylen, Derijck, Hamalainen; Doumbia, De Mets; De Pauw, Kaya, Olayinka; Saponijc.

La squadra, attualmente terza in campionato, a -5 dal Bruges capolista, viene da una vittoria corsara in trasferta contro il Gent per 1-0 (rete siglata da Saponjic). Con 19 gol fatti ha il secondo miglior attacco e con 8 subiti la seconda miglior difesa. Le uniche due sconfitte in campionato sono arrivate proprio contro la capolista Bruges e contro lo Charleroi, seconda forza del campionato che tuttavia mantiene un solo punto di vantaggio sulla formazione di Waregem. Una Lazio in emergenza difensiva dovr√† fare una partita attenta e sfruttare i punti deboli della retroguardia avversaria, non sempre all’altezza contro squadre di livello maggiore.

 

Follow LAZIALITA on Social
0