Bacci: “Se Keita non vuole rimanere, porti un’offerta adeguata. Campionato? Con il Chievo ci vorrĂ  la prestazione offerta in Supercoppa”

keita.lazio.ritiro.smorfia.scarpa.2017.2018.750x450

Sta per concludersi il calciomercato, e la Lazio dopo la cessione di Wesley Hoedt al Southampton deve risolvere il caso riguardante Keita Balde Diao. Per parlare del senegalese e dell’inizio di stagione biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio l’ex calciatore capitolino Roberto Bacci: “Keita ha fatto per la Lazio, ma la Lazio gli ha dato tantissimo. La societĂ  deve essere dura a tenere botta, poi se c’è l’occasione la cessione è meglio che arrivi il prima possibile. Forse il ricavato sarĂ  piĂą basso di quanto richiesto, però se deve rimanere fuori tutto l’anno è meglio che parta. Chi arriva a scadenza prende per la gola la squadra di appartenenza, se invece gli anni di contratto rimanenti sono 2 o 3 allora il giocatore fa meno capricci visto che la societĂ  è piĂą tutelata. Non si possono perdere pezzi importanti in questo modo, perchĂ© poi devono essere sostituiti. Io credo che chi non vuole rimanere è giusto che vada, però sono i giochini messi in atto che danno fastidio: non vuoi stare nella Lazio, porta un’offerta adeguata. Leiva è un giocatore d’esperienza, giĂ  diventato importante nello scacchiere biancoceleste. Si è presentato benissimo e ha la fiducia di tutti i giocatori. La prima giornata? Contro la Spal la Lazio ha creato, è mancato l’ultimo tocco: dopo la vittoria contro la Juventus ci si aspettava qualcosa in piĂą. Si era talmente pieni di entusiasmo che la sfida sembrava piĂą semplice sulla carta. Quanto alla prossima il Chievo è una squadra rognosa, fatta di giocatori esperti che possono mettere in grande difficoltĂ  la Lazio. La squadra deve essere brava a trovare la stessa concentrazione della partita contro la Juventus anche se l’avversario non è così prestigioso come i bianconeri”.

Follow LAZIALITA on Social
0