Stradiotto: “Bisogna tornare ad un rilancio sociale del calcio, sì a tamburi e megafoni”

olimpico4

Ai microfoni di Radio Radio è intervenuto il Presidente dell’Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive Daniela Stradiotto, che ha espresso la propria opinione sul protocollo d’intesa firmato ieri tra la FIGC, il CONI, il ministro dell’Interno e quello dello Sport: “Si tratta di un’apertura di credito verso i veri tifosi perché bisogna tornare a un rilancio sociale del calcio. Riportare questo sport al gioco del pallone. C’è questa apertura supportata dai numeri, anche se non sono ancora numeri eccellenti, perché ci sono fenomeni di devianza importanti che si sono spostati fuori dallo stadio. Il gioco del calcio è preso come pretesto per lo sfogo di violenze che non hanno nulla a che vedere con il tifo. Lo stadio deve essere un luogo di divertimento. Megafoni e tamburi sì, a patto che siano usati in maniera disciplinata e che non ci siano divieti dell’autoritĂ  di pubblica sicurezza. I sistemi di controllo non cambieranno, i tornelli resteranno. Non credo che la tessera del tifoso fosse il principale imputato per la diminuzione dei tifosi allo stadio. Ci sono tantissimi fattori che incidono negativamente sul numero di persone allo stadio, come il prezzo del biglietto, le condizioni dello stadio. Ma soprattutto la minaccia terroristica, che non dipende da nessuno di noi. Stadio di proprietĂ ? Si può fare un paragone con la strada, anche se essa è pubblica, io la voglio pulita, in ordine, come se fosse mia. Io voglio andare in uno stadio pulito, confortevole e accogliente, non importa che sia pubblico o di una società”.

Follow LAZIALITA on Social
0