Lazio, Lotito punta all’asta tra Inter e Juve per Keita. Djordjevic verso Benevento

balde keita

Dall’esordio in Champions League ai saluti. Nel destino di Keita c’è ancora una volta il Bayer Leverkusen. L’amichevole di questa sera contro i tedeschi potrebbe essere l’ultima gara in biancoceleste per l’attaccante senegalese. Due anni fa, sotto la guida di Pioli, con un gol regalò alla Lazio la vittoria nell’andata dei preliminari. Oggi, dopo un lungo tira e molla per il rinnovo, è più che mai sul piede di partenza e corteggiato da mezza Europa. La storia con la Lazio è al capolinea e Keita vede solo bianconero.

TUTTI PER BALDE. La Juventus però offre meno di 15 milioni di euro. Una cifra ritenuta troppo bassa dal presidente Claudio Lotito che prende in considerazione solo proposte superiori ai 25 milioni di euro. Il numero uno laziale spera che si scateni un’asta per il giocatore, in scadenza di contratto nel 2018, per cederlo al miglior offerente. L’Inter sarebbe pronta ad inserirsi con 22 milioni di euro più 3 di bonus, aggiungendo il cartellino di Eder, pedina gradita a mister Inzaghi. In attesa che l’offerta sia recapitata a Formello, la Lazio si guarda intorno per assicurarsi il post Keita. Svanito il sogno Azmoun, unico profilo per il quale sarebbero stati spesi fino 18 milioni di euro, la società biancoceleste valuta le alternative. Max Kruse, 29enne del Werder Brema, autore di 15 gol e 7 assist nelle ultime 23 presenze in Bundesliga, piace e non poco. Tornato nel giro della nazionale tedesca, l’attaccante farebbe al caso della Lazio, ma al momento sembra aver ripensato ad un possibile addio. Tuttavia, davanti a una proposta di oltre 15 milioni di euro, la trattativa potrebbe aprirsi. Insomma, la Lazio non vuole farsi trovare impreparata e, non appena la situazione legata a Keita si sbloccherà, correrà a prendere il il sostituto. Intanto, il ds Igli Tare lavora alle altre operazioni in uscita.

VENTO BUONO. L’asse con il Benevento è sempre più caldo. Dopo il prestito oneroso di Danilo Cataldi, in giallorosso potrebbero arrivare Kishna e Djordjevic, finiti ai margini del progetto di Inzaghi. Esclusi dal ritiro di Walchsee in Austria insieme a Marchetti, Mohamed e Oikonomidis, i due attaccanti nei prossimi giorni potrebbero già lasciare Formello. Il Benevento è alla ricerca di un centravanti esperto che abbia voglia di mettersi in gioco e Djordjevic sembra l’uomo giusto. Il tecnico dei campani, Marco Baroni, ha già dato il assenso all’operazione e il serbo da tempo ha i bagagli pronti.

Valerio Cassetta / Il Messaggero

Follow LAZIALITA on Social
0