Lucas Leiva e la lunga lettera di addio ai Reds: “Grazie ad ogni tifoso del Liverpool” – FOTO

 

thumb_26668_default_news_size_5

Lucas Leiva è appena diventato un giocatore della Lazio, ma di certo non può dimenticare i tanti anni passati con la maglia del Liverpool. Su Instagram, il nuovo centrocampista biancoceleste ha voluto scrivere un post di addio verso il club che lo ha fatto diventare grande: “Quando sono arrivato al Liverpool dieci anni fa avevo tre obiettivi. Il primo era quello di ottenere un posto in squadra e ci sono riuscito. Poi, volevo dimostrare di essere degno di vestire quella maglia, ma starà agli altri decidere se ci sono riuscito o meno. Infine, se avessi dovuto lasciare questo club, lo avrei fatto nel migliore dei modi. Ora per me è giunto il momento di iniziare una nuova avventura con la Lazio, ma il mio rapporto con il Liverpool e con i suoi tifosi è più forte che mai. Questo è uno dei più grandi club al mondo e la mia intenzione era quella di chiudere qui la mia carriera, ma facendo poche presenze ho capito che mi sarei dovuto trasferire per poter continuare a giocare. Quando si ama così tanto una città e un club non è facile decidere di lasciare. Sarebbe stato più facile restare qui per sempre, giocando poco, ma sarebbe stata una decisione che va contro i principi in cui credo. Per questo andrò alla Lazio, sono triste perché lascio Liverpool, ma allo stesso tempo emozionato perché giocherò in uno dei club più importanti d’Italia. Prima di prendere questa decisione ho parlato con Jürgen Klopp e mi ha dimostrato ancora una volta quanto sia rispettoso nei confronti dei suoi giocatori. Sono molto grato a lui e a tutti gli allenatori che ho avuto qui al Liverpool, specialmente quelli che mi hanno dato fiducia quando sarebbe stato facile fare il contrario. La mia priorità ora è di guardare avanti, ad un nuovo capitolo della mia carriera, nella convinzione di poter dare il mio contributo alla Lazio così come spero di aver fatto al Liverpool. Ho avuto l’opportunità di giocare e lavorare in questa città, un posto diverso da qualsiasi altro, e sempre in questa città ho avuto in dono due bambini meravigliosi. Quindi, qualunque cosa accada, porteremo Liverpool sempre con noi, ovunque andremo. Sono stato anche fortunato a poter giocare con compagni di squadra di livello mondiale, ho condiviso con loro la voglia di dare un contributo importante a questo club. Fuori dal campo ho avuto l’onore di diventare un rappresentate della “LFC Foundation” e ho avuto modo di vivere in prima persona il lavoro fatto per la comunità. Non ho vinto quanti trofei avrei voluto, ma poter essere uno di voi vale più di qualsiasi medaglia. Lo stesso vale per il video che mi hanno inviato venerdì, in cui i tifosi cantavano il mio nome durante la partita contro lo Wigan Athletic. Essere il destinatario di questo affetto e di questa passione mi rende veramente orgoglioso. Ed è per questo che il Liverpool Football Club e i suoi tifosi avranno sempre un posto speciale nel mio cuore. Oltre a questo, la personalità, il senso dell’umorismo, la dignità dei cittadini resteranno con me per sempre. Dal fondo del mio cuore, grazie ad ogni tifoso del Liverpool. La mia famiglia ed io vi saremo sempre grati per il sostegno e per essere parte di questo grande club, questo significa che saremo tristi, ma è giunto il momento di partire. Tutto quello che posso dire è che spero più di ogni altra cosa che la prossima stagione sia importante per il mio nuovo club e per quello che ho appena lasciato. YNWA, Lucas“.

WHEN I first joined Liverpool ten years ago, I had three main ambitions. First, I wanted to win a place in the team, which I managed to do. Next, I hoped to prove myself worthy of the shirt, an aim that others will be better placed than me to decide whether or not it was achieved. Finally, I looked ahead to the future with a hope that if and when the time came to leave this wonderful club I would do so on the best possible terms. That time has now come as I prepare for a new career at Lazio and while I am saddened that my days at Anfield are coming to an end, I can at least take comfort from the knowledge that my relationship with Liverpool and the supporters is stronger than ever. This is one of the greatest clubs in the world and my intention had always been to spend the rest of my career here but the less I have been able to play, the more I have realised that I need to go to another club if I want to play as much as I possibly can. When you love a club and a city as much as I love Liverpool that isn’t an easy decision to come to. The easiest thing for me to do would be to stay here for as long as I can even if I do not expect to play so often but that would go against everything that I believe in as a footballer and as a competitor. It is for that reason that I will be joining Lazio, which means my sadness at leaving Liverpool is accompanied by a real excitement that I will be representing one of Italy’s great clubs. Before I made my decision to take the opportunity to go to Italy, I discussed my situation with Jurgen Klopp and the way he handled it showed once again how respectful he is to his players. I am grateful to him and to all of the managers I worked under at Liverpool, especially the ones who showed faith in me when it would have been easy to do the opposite. My priority now is to look ahead to a new chapter in my career in the belief that I can contribute to Lazio in the same way that I hope I have helped Liverpool….

Un post condiviso da Lucas Leiva (@leivalucas) in data:

Follow LAZIALITA on Social
0