Hoedt: “È stato un anno fantastico per me, sono cresciuto molto. Voglio diventare un leader della Lazio, Champions? Se restano tutti, si può fare”

1a

 

AURONZO DI CADORE – È stato il primo a ‘tuffarsi’ nelle acque gelide del Lago di Santa Caterina, ora tocca sempre a lui aprire il giro di conferenze stampa che si terranno presso il ritiro estivo della Lazio. Wesley Hoedt si è presentato presso la sala stampa vicino allo stadio Zandegiacomo, rispondendo alle domande dei cronisti.

 

Queste le parole del centrale olandese.

 

Quali sono i propositi con cui inizi la nuova stagione?

Per me e per la Lazio questa stagione sarà molto importante perché vogliamo confermarci rispetto a quello che abbiamo fatto lo scorso anno, dovremo farci trovare pronti.

 

Vi ha lasciato l’amaro in bocca il quinto posto?

Volevamo arrivare quarti, siamo rimasti male. Abbiamo raggiunto l’obiettivo, che era quello di tornare in Europa, ma come hai detto tu quest’anno vogliamo il quarto posto.

 

Sembra possa esserci il 3-5-2 con una certa continuità: meglio per te?

Ora sembra così, sono tornato da poco, vedremo il modulo. Per me non cambia tanto, posso giocare sia a 3 che a 4. Vedremo cosa succederà, chi gioca in Serie A deve saper interpretare entrambi i moduli.

 

L’anno scorso hai fatto un’ottima stagione, in cosa puoi crescere nella prossima?

Ho solo 23 anni, ci sono tanti punti in cui migliorare. Uno di quelli sarà sempre la contrazione, che è fondamentale per un difensore. Già ho fatto grandi passi avanti, e voglio farne ancora. Ora non sono più il giovane di due anni fa, voglio prendermi il ruolo di leader della difesa. Questo è il mio obiettivo.

 

Che clima si respira all’interno del gruppo per la questione rinnovi?

Il clima è buonissimo, tutti noi lavoriamo per fare una grande stagione con la Lazio. Il mercato ci sarà sempre, stiamo tutti bene ora.

 

Al livello personale come stai prendendo la stazione di Biglia?

Mi dispiace, ma io rispondo solo sulle domande che mi riguardano. Bisogna chiedere alla società.

 

Diamo per scontato il tuo rinnovo di contratto?

Io ce l’ho per altri due anni, fino al 2019. Vediamo cosa succederà, ora sono molto felice qui. Il primo anno ho avuto qualche difficoltà, l’anno scorso ho fatto un’ottima stagione. Ora sono tranquillo e voglio rimanere qui. Sono felice di aver raggiunto la Nazionale e essere il titolare anche lì.

 

Vuoi diventare un leader, questo obiettivo è legato alla permanenza di de Vrij? Un’eventuale cessione potrebbe responsabilizzarti?

Abbiamo dimostrato entrambi che quando giochiamo insieme facciamo sempre bene. Abbiamo perso solo due partite partendo titolari assieme. Anche con lui posso diventare un leader, accanto a lui nella difesa. Devono essere quattro i leader della difesa.

 

A prescindere dal mercato, la Lazio è un punto d’arrivo per te? Cosa manca al club?

È una domanda difficile, la Lazio è una grande società. Anche in Nazionale tutti mi dicono che la Lazio è un buonissimo club, secondo dobbiamo arrivare in Champions League, perché tutte le grandi squadre giocano la Champions. Manca poco alla Lazio per diventare ancora più forte.

 

Ci sono tanti club che hanno fatto mercato: sei più preoccupato dalla superiorità degli altri o ti stuzzica iniziare il campionato?

Siamo carichi per iniziare il campionato, so che con l’Europa sarà molto più difficile, l’anno soccorso è stato più facile giocando solamente campionato e coppa Italia. Sarà un campionato molto difficile, ma se guardi la rosa siamo tutti cresciuti. Se rimaniamo con questi, abbiamo grandi chance per arrivare in Champions League.

 

Con qualche altro compagno vuoi essere il leader della difesa?

Abbiamo dimostrato di avere 4 difensori molto forti, Wallace e Bastos hanno fatto una buonissima stagione. Se rimaniamo così, siamo a posto per la difesa. Non solo io devo diventare più leader, ma anche tutti gli altri.

 

 

Simone Melchionna

 

Follow LAZIALITA on Social
0