Inzaghi: “I laziali sono stati i migliori in campo, coreografia pazzesca. Onore a Parolo che ci ha provato, mano di Barzagli? Chiss√† Tagliavento…”

1

 

ROMA – La Lazio perde 2-0 la finale di coppa Italia contro la Juventus di Allegri, mostratasi pi√Ļ forte e incisiva nei suoi attacchi. Le due reti subite nei primi 25 minuti hanno abbassato notevolmente il morale dei biancocelesti, che hanno provato la reazione nella ripresa, senza per√≤ trovare la via del goal. A margine della gara, il mister, Simone Inzaghi, ha preso parola presso la sala stampa nella pancia dello Stadio Olimpico.

 

Queste le parole del mister.

 

C’√® un discorso di assetto offensivo tra le recriminazioni? Oggi non ha funzionato giocare di conseguenza rispetto all’avversario…

Penso di no, se la palla di Keita fosse entrata al posto di andare sul palo, e il tiro di Dani Alves avesse rimbalzato in un’altra maniera poteva andare diversamente. Nel calcio con i se e con i ma non si va avanti. Dovevamo fare meglio in occasione dei goal subiti: abbiamo preso un solo goal durante l’anno su calcio piazzato, e poi lo subiamo in finale proprio contro la Juventus, e dispiace. Abbiamo perso contro i numeri uno. Era destino che questa partita si doveva perdere. Spiace, perch√© avevamo raggiunto una finale con pieno merito. Per come √® andata un pizzico d’amarezza c’√®. Un grazie ai tifosi che sono stati meravigliosi, hanno fatto una coreografia pazzesca. Aver raggiunto l’Europa League con tre giornate d’anticipo e aver battuto grandi squadre per arrivare in finale ci inorgoglisce.

 

Ci racconti la situazione con Parolo? Quale era il cambio che volevi fare?

Io dal momento che perdo Parolo, avendo Luakaku non ho nessun dubbio, metto lui sulla destra, accentrando Lulic. Ci sta che in una partita come quella di Firenze con 25 persone in campo si infortunino due calciatori come Parolo e Lukaku, per noi importanti. I medici hanno provato a metterlo in condizione di giocare, ha svolto il riscaldamento in maniera discreta. Pensavamo che col tifo e a caldo potesse tutto passare: onore al ragazzo che ci ha provato fino all’ultimo, perch√© ci teneva.

 

L’omaggio dei tifosi a fine partita √® molto importante…

Senz’altro,¬†al di l√† dei risultati sul campo, vedere quasi 50mila persone all’Olimpico √®¬†frutto del nostro lavoro: √® la mia pi√Ļ grossa soddisfazione personale. Questo √® il pubblico della Lazio, che ultimamente lo stadio aveva¬†un po’ perso. Sono stati loro i migliori in campo di questa sera, volevamo regalargli la ciliegina sulla torta. Oggi gli episodi non sono stati a nostro favore.

 

Non è sorprendente che la Lazio si sia disunita in maniera forte?

Abbiamo fatto secondo me un ottimo approccio, abbiamo avuto noi pi√Ļ possesso palla, forse anche per il risultato. Sul tiro di Keita c’√® stata la mano ravvicinata di Barzagli: chiss√† Tagliavento cosa avrebbe fatto a parti inverse. Applausi alla Juve che √® la finalista di Champions, ma gli episodi non sono andati¬†a nostro favore.

 

Perché è uscito de Vrij?

Non stava bene, ha sentito indurirsi il tendine, non riusciva pi√Ļ a scattare. Avevo anche Djordjevic che si scaldava, ho deciso di far entrare Luis Alberto giocando 4-2-3-1 con Lulic terzino.

Follow LAZIALITA on Social