Farris: “Partite del genere sono decise da episodi, non ne usciamo ridimensionati. Prepariamo la prossima stagione alla grande”

Inzaghi-e-Farris-777x437

La Lazio esce sconfitta per la seconda volta in due anni in finale di Coppa Italia sempre contro la corazzata Juventus. Ad analizzare il match ai microfoni di┬áLazio Style Channel┬áci ha pensato il secondo di mister Inzaghi Massimiliano Farris: “Loro sono molti forti e determinati. Partite del genere sono decise da episodi. Il primo gol preso ci ├Ę capitato in una situazione mai accaduta durante l’anno. Il secondo ├Ę stato un grande gol, ci hanno ferito con le nostre armi. Non siamo riusciti bene nel primo tempo, abbiamo fatto di pi├╣ nel secondo tempo con tante occasioni. Strakosha ha fatto grandi parate tenendoci in partita. Usciamo a testa alta, non ridimensionati. Non siamo stati fortunati, abbiamo perso Parolo, de Vrij e non avevamo un cambio come Lukaku. In una serata come questa c’├Ę amarezza, non ├Ę facile trovare un sorriso dopo una sconfitta. Ma abbiamo trovato l’abbraccio della nostra gente in Curva, con il coronamento di tutta una stagione. Impariamo dalla Juve, dobbiamo ancora crescere. Siamo uno staff giovane, ma se queste sono le basi, con la nostra gente possiamo andare lontano.┬áC’├Ę stata una grande crescita, noi come staff, creando una base solida. Siamo diventati un gruppo di amici, capendo il modo di organizzare e preparare le partite. L’apice resta la vittoria nel derby. Forse siamo arrivati con un po’ di scetticismo alla seconda stracittadina, ma abbiamo smentito tutto. Questa Lazio pu├▓ prepararsi alla prossima stagione con grande entusiasmo. Dobbiamo credere di fare sei punti nelle prossime due partite. Troppa emozione all’inizio? No, abbiamo avuto un ottimo inizio con l’occasione di Biglia. Con il senno di poi, Parolo e Lukaku non avrebbero dovuto giocare a Firenze, ma credo che comunque rivivendo quella partite le scelte prese sarebbero le stesse.┬áAvremmo preparato la partita nello stesso modo tatticamente, magari chiedendo alle due punte di stare pi├╣ attento al palleggio di Marchisio. E chiederei a Lulic e Wallace pi├╣ comunicazione in occasione del primo gol. Bastos al posto di Felipe per cambio tattico? Certo. Se avessimo saputo che de Vrij avrebbe chiesto dopo il cambio, avremmo fatto diversamente”.

Follow LAZIALITA on Social



Vuoi seguire la Lazio in ritiro ad Auronzo di Cadore?

Scopri adesso le offerte riservate ai lettori di Lazialità