Inzaghi: “Serve la partita perfetta da Lazio, con umilt√† e determinazione. Il calcio √® strano nella partita secca, feeling con la coppa Italia? Spero sia di buon auspicio”

1a

 

 

ROMA РIn seguito alla rifinitura andata in scena alle ore 16:20 presso il centro sportivo biancoceleste di Formello, per la Lazio è ora di conferenze stampa. Allo Stadio Olimpico hanno infatti risposto alle domande dei cronisti il mister delle aquile, Simone Inzaghi, e il capitano, Lucas Biglia.

 

Queste le dichiarazioni del mister.

 

Quali sono le tue sensazioni?

Sappiamo che √® una partita importantissima per noi, ce la siamo guadagnata sul campo, nessuno ci ha regalato nulla. Abbiamo battuto il Genoa, poi siamo andati a vincere a Milano con l’Inter, e dopo¬†nel doppio confronto con la Roma. Ce la siamo guadagnata, affronteremo la finale nel migliore¬†dei modi.

 

Cosa ha detto alla squadra?

Partite del genere si preparano da sole, quello che ho chiesto ai giocatori è di avere la mente libera, di giocare con la solita umiltà. Poi vedremo sul campo quello che succederà. La Juventus è favorita, ma in una partita secca può succedere qualsiasi cosa.

 

Come si batte la Juve? Quanto pu√≤ contare il fatto di giocare all’Olimpico?

Dovremo fare la cosiddetta partita perfetta, abbiamo incontrato la Juventus già altre volte. Nella partita di campionato a parer mio avevamo fatto una buona gara, ma alla prima disattenzione ci fece goal Khedira. Al ritorno meritammo di perdere. Noi giochiamo in uno stadio dove siamo soliti scendere in campo e vogliamo fare un partita da Lazio. Solo in questo modo potremmo giocarci la partita di domani.

 

Avresti preferito incontrare una Juventus¬†gi√† campione d’Italia?

Penso che la Juventus √® la Juventus, indipendentemente¬†se avesse vinto il campionato o meno, la squadra √® sempre quella. Ho detto sempre che preferivo giocare domani perch√© √® motivo d’orgoglio che la Juventus sia in finale di Champions League. Secondo me siamo in un momento di forza, penso che sia il momento giusto per giocare una partita di questo tipo.

 

Che significato ha al livello personale?

Sono molto orgoglioso di allenare questa squadra, questi ragazzi. Sapevo nelle sette¬†partite dell’anno scorso¬†cosa mi avrebbero dato, tutti li avrei ritrovati quest’anno e sapevo che mi avrebbero seguito. Siamo¬†partiti bene, siamo cresciuti, abbiamo incontrato qualche difficolt√†; mi viene in mente la partita col Chievo a gennaio, ma nella conferenza mi dissi tranquillo non tanto per dire, ma perch√© sapevo che la squadra sarebbe cresciuta.

 

Quando arriva la Lazio la Juve non si sa mai come gioca: che tipo di Juve ti aspetti? Difesa a 3 o a 4? Attenti alle disattenzioni…

Abbiamo dimostrato di saper giocare con qualsiasi tipo di difesa, ho una squadra matura che può interpretare tutti i ruoli senza alcun problema. Non abbiamo indicazioni precise sulla Juventus, sappiamo che andremo a incontrare una grandissima squadra con grandissimi campioni che è avanti rispetto a tutti in Italia. Non si vincono 6 scudetti consecutivi per caso, loro sono in finale di Champions. Vanno fatti i complimenti alla Juventus, ma sappiamo che nella partita secca il calcio può essere strano.

 

Suo fratello può dirle qualche segreto della Juve? Che messaggio vuole mandare ai tifosi della Lazio?

√ą un motivo di grande orgoglio: i tifosi vanno menzionati. Mi viene in mente l’anno scorso la prima partita all’Olimpico. Penso ci¬†fossero 4mila persone, mentre lo stadio contro la Sampdoria mi ha emozionato, mi √® venuta in mente la Lazio in cui io giocavo. So che i miei giocatori sono stati davvero colpiti, hanno visto uno stadio carico, che si √® stretto attorno alla squadra. Abbiamo fatto 6 gol col Palermo e 7 con la Sampdoria non a caso. Con Pippo parliamo spesso di calcio, si √® liberato per vedere la partita domani, verr√† a fare il tifo per me. Sono¬†contento che lui sar√† qui.

 

Qual è il canovaccio che immagini della partita? Chi attaccherà per primo?

Si incrociano due squadre mature, sanno difendersi; la Juventus non si fa nessun problema quando è il momento: se deve difendere, lo fa benissimo. La Juve allo stesso tempo non troverà spazio, dovremo cercare di essere intensi, dovremo mettere tantissima corsa, intensità, determinazione, altrimenti non puoi vincere partite del genere.

 

C’√® un legame particolare tra lei e la coppa Italia?

Speriamo, di solito all’esordio mi porta bene la coppa Italia, il primo anno l’ho vinta sul campo da giocatore, quando sono salito in Primavera sono riuscito¬†a vincerla. Ora sono in finale, speriamo che tutto ci√≤ possa essere di buon auspicio per domani.

 

 

Simone Melchionna

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0