PRIMAVERA – Lazio-Milan 1-1, Javorcic in extremis assicura il primato del girone

PicsArt_04-29-03.08.55

Torna in campo per il matematico primo posto in classifica la “banda” di Bonatti. Al Fersini arriva il Milan, che cerca punti sperando di staccare Fiorentina e Sampdoria, tutte pari a quota 49.

PRIMO TEMPO – La prima frazione si apre con il Milan che tenta di schiacciare i biancocelesti. Sotto il cielo limpido di Formello, i padroni di casa difendono bene e ripartendo, con N’Diaye in grande spolvero. La maggiore fisicità dei rossoneri costringe la Lazio a chiudersi nella propria trequarti. Al 29′ è Cutrone a sbloccarla. Calcio d’angolo dalla destra, deviazione sul secondo palo dove l’attaccante può appoggiarla comodamente in porta. Altre tre minuti di assedio Milan, con Adamonis che salva e Tsadjout che spreca di testa. Al 33′ Rossi viene abbattuto al limite dell’area da Plizzari, punizione di Miceli ma nulla di fatto. Il finale di primo tempo vede solo annullare il pareggio di Bezziccheri in evidente fuorigioco.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo. La fisicità del Milan si fa sentire anche troppo. Al 53′ viene abbattuto Ceka casualmente a destra, per Capraro è rigore, ma Rossi manca l’occasione calciando fuori alla destra del portiere. Bonatti tenta di rincuorare il suo capitano, meritandosi l’ovazione del “Fersini”. Al 64′ i biancocelesti perdono N’Diaye per infortunio, al suo posto Javorcic. Tre minuti più tardi, proprio il nuovo entrato arriva al cross, ma la fortuna non assiste Bezziccheri che di testa colpisce la traversa. Ci pensa Adamonis a non far crollare i suoi con un grande intervento su un tiro da brevissima distanza. Quando il cronometro dice 88, premde palla Rossi, va sul fondo e mette dietro per Javorcic che la gira sottomla traversa per il pari biancoceleste. Esplode il parapiglia! Gli animinsi surriscaldano. Il più nervoso è Miceli che battibecca con l’arbitro che cinque minuti più tardi lo spedisce negli spogliatoi. L’ultima azione è da infarto. Punizione per i rossoneri in superiorità numerica, palla in area, traversa! Sul rinvio della difesa, l’arbitro decreta la fine. La Lazio va alle Final eight come prima della classe.

Lazio-Milan 1-1

Marcatori: 29′ Cutrone (M), 88′ Javorcic (L)

 

LAZIO (4-4-2): Adamonis; Spizzichino, Miceli, Baxevanos, Ceka (87′ Sarac); Bezziccheri, Cardoselli (68′ Al-Hassan), Folorunsho, N’Diaye (64′ Javorcic); Rossi, Bari.

A disp. Borrelli, Spiezio, Spurio, Beqiri, Rezzi, Muzzi.

All. Andrea Bonatti

 

MILAN (4-3-3): Plizzari; Hadziosmanovic, Gabbia, Altare, Llamas; Modic (90’+3′ Hamadi), El- Hilali, Zanellato (90′ Pobega); Tsadjout, Torrasi (77′ Bellanova), Cutrone.

A disp. Del Ventisette, Curto, De Piano, Zhikov, Forte, Sinani.

All. Stefano Nava

 

Arbitro: Aristide Capraro (sez. Cassino). Ass: Micaroni-Di Giacinto

NOTE. Ammoniti: 33′ Plizzari (M), 53′ Llamas (M), 55′ Cutrone (M), 60′ Zanellato (M), 62′ Bari (L), 89′ Javorcic (L), 89′ Folorunsho (L)

Recupero: 1′ pt; 4′ st.

 

Primavera TIM, 25ª Giornata

Lazio-Milan

Sabato 29 aprile, h. 15:00

Stadio Mirko Fersini – Centro Sportivo di Formello

 

Edoardo Brecciaroli

 

Follow LAZIALITA on Social
0