Le PAGELLE di Guido De Angelis: “Punteggio tennistico, Keita super. Immobile ne fa due, Crecco segna la sua prima rete con la Lazio. Solo con questa politica si riporta la gente allo stadio”

2

 

ROMA – Torna a vincere la Lazio, e lo fa tra le mura amiche grazie al 6-2, replica del risultato ottenuto a Pescara. L’esito del match col Palermo non √® mai stato in dubbio, merito dell’atteggiamento giusto dei biancocelesti, che perdono la testa solamente al rientro in campo, regalando ai rosanero la vana gioia della rete all’Olimpico. Giornata che finisce sugli almanacchi con la prima tripletta di Keita e la prima segnatura in biancoceleste di Luca Crecco, subentrato a Milinkovic nel corso della partita. Come di consueto nel post-gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 5 – Commette¬†un grave errore in occasione del 5-2 di Rispoli: menomale che la partita √® stata agevole, altrimenti lo sbaglio avrebbe potuto¬†pesare. A parte l’uscita da incubo sul secondo goal, non viene mai impegnato.

WALLACE 6 – Gara sufficiente per il difensore brasiliano, che non commette sbavature. Soffre praticamente per nulla gli attaccanti del Palermo.

DE VRIJ 7 – L’olandese oggi √® uno¬†dei migliori in campo: √® una sicurezza per la Lazio, non sbaglia mai l’intervento. Lucido nell’impostazione.

HOEDT 5 – √ą complice, assieme a Strakosha, del raddoppio del Palermo: con quel passaggio svolto in maniera superficiale, rovina una partita sufficiente.

FELIPE ANDERSON 6,5 – √ą autore di un buona gara, ma non incide troppo nel corso del match: poteva fare di pi√Ļ.

PAROLO 6,5 – Ha un tempo a disposizione, la Lazio chiude la pratica nei primi 45 minuti, e Inzaghi lo fa uscire per non rischiare la squalifica. Sfiora il goal su un passaggio di Anderson, fa complessivamente bene (LUKAKU 6 – Buono il secondo tempo del belga, che si propone varie volte sulla sinistra).

BIGLIA 7 – Bella partita del numero 20: gestisce il gruppo con intelligenza, si √® visto che oggi era in partita. D√† l’opportunit√† ai compagni di segnare sui calci piazzati: prima a Keita, che trasforma il rigore, poi a Hoedt e Milinkovic con delle punizioni, che solitamente tira l’argentino.

MILINKOVIC-SAVIC 6 РPartita sufficiente la sua, ma non straordinaria: fa un grande assist per Immobile, poi si perde nel corso della gara (CRECCO 7 РHa circa venti minuti a disposizione, e fa tutto bene. La ciliegina sulla torta arriva al novantesimo, quando segna il suo primo goal in Serie A con la maglia della Lazio),

LULIC 7 РAssieme a de Vrij è il migliore in campo, svolgendo tutti i ruoli del centrocampo. Ha iniziato giocando a sinistra, poi si è spostato al centro-sinistra, ha giocato in posizione di centro-destra, per arrivare, infine, a destra: presenteremo Senad alle prossime elezioni.

IMMOBILE 7,5 – Si prodiga sempre per gli altri, tanto sacrificio e anche due goal: arriva a quota 20 in campionato, toccando l’obiettivo per la Serie A che si era prefissato ad inizio stagione. Bel gesto quello di cedere, assieme a Biglia, il pallone a Keita nel primo tempo.

KEITA 7,5 – Giornata da incorniciare per il senegalese, che realizza la sua prima tripletta in carriera. √ą uno degli uomini di copertina di oggi, si porta a casa il pallone,¬†mostrandolo simpaticamente ai tifosi (LOMBARDI s.v.)

 

INZAGHI 7 – Indovina la formazione, riesce a far chiudere la partita in pochi minuti: l’atteggiamento della sua squadra √® quello richiesto. Bravo nella gestione dei giocatori sostituendo Parolo, che essendo diffidato avrebbe rischiato la squalifica per il prossimo turno, e inserendo Crecco, che lo ripaga col suo primo goal con la maglia delle aquile.

 

SOCIET√Ä 7 – L’esperimento legato ai biglietti riesce: il prezzo si abbassa, e l’Olimpico di Roma pian piano si riempie. √ą bello vedere tante famiglie allo stadio, la Lazio √® sulla strada giusta. La politica sui biglietti applicata oggi dalla societ√† deve essere ripetuta per sempre. Solo cos√¨, e sottolineo solo in tal modo, si riporta la gente in questo stadio ormai inutile per il calcio.

Follow LAZIALITA on Social