Corsa all’Europa League, ecco il calendario: la Lazio spiega le ali per una volata ricca di insidie

 

2366170_w2

 

Giornata                                     33                 34                35                    36                     37                38

LAZIO (61 punti)              Palermo         ROMA        Sampdoria       FIORENTINA        Inter        CROTONE

ATALANTA (60 punti)          Bologna       Juventus     UDINESE            Milan              EMPOLI      Chievo

MILAN (58 punti)                 Empoli        CROTONE      Roma           ATALANTA         Bologna     CAGLIARI

INTER (56 punti)              FIORENTINA     Napoli        GENOA          Sassuolo             LAZIO        Udinese

FIORENTINA (52 punti)         Inter         PALERMO    SASSUOLO        Lazio              NAPOLI       Pescara

N.B. Le gare da disputare fuori casa sono in maiuscolo

 

La lotta all’Europa League √® pi√Ļ che mai aperta, anzi forse √® aperta come non mai. L’ultima giornata ha lasciato tutto invariato, con Lazio, Atalanta e le milanesi che hanno tutte pareggiato, mentre la Fiorentina, perdendo in casa il derby toscano con l’Empoli, ha perso un ulteriore punto rispetto alle quattro che la precedono. Limitandosi ad un’analisi oggettiva del calendario, non si pu√≤ evitare di notare che l’Atalanta √® l’unica delle “cinque sorelle” che avr√† il beneficio di disputare 4 delle 6 gare restanti tra le mura amiche, con le sole trasferte di Udine ed Empoli. La Fiorentina, dal canto suo, avr√† due scontri diretti a Firenze con Inter e Lazio, e alla penultima giornata sar√† in scena al San Paolo, in una gara che potrebbe essere fondamentale per la corsa al secondo posto dei partenopei. Il calendario sulla carta pi√Ļ ostico √® quello dell’Inter, che avr√† due scontri diretti fuori casa con Fiorentina e Lazio, ed ospiter√† il Napoli subito dopo la gara contro gli uomini di Paulo Sousa. Attenzione al Milan, che invece √® la squadra che sulla carta dovrebbe cavarsela meglio: le sfide con Empoli, Crotone, Bologna e Cagliari sembrano pi√Ļ che abbordabili, anche se paradossalmente una vittoria con l’Empoli potrebbe dare ulteriori speranze al Crotone (in ottica salvezza), avversario immediatamente successivo dei rossoneri. E’ probabile che molto si decida nelle prossime due giornate di Serie A: ecco che il derby di Roma potrebbe assumere ancora una volta un’importanza capitale, seppur non decisiva, nell’ambito di una volata che sar√† appassionante fino all’ultima giornata. Al netto dei mutevoli coefficienti di difficolt√† delle gare di cui sopra, una cosa √® lapalissiana: la Lazio di Simone Inzaghi √® padrona del suo destino. Va ricordato che la vittoria dei capitolini in finale di Tim Cup potrebbe valere l’accesso diretto ai gironi della prossima Europa League¬†(non invece una sconfitta contro la Juventus: in quel caso, i bianconeri “libereranno” il sesto posto, che varr√† l’accesso alla competizione europea tramite la porta secondaria, quella dei preliminari). Infine, da non sottovalutare la rilevanza degli scontri diretti: infatti, in caso di arrivo a pari punti di due squadre, si terr√† conto nell’ordine a)dei risultati negli scontri diretti, b)della differenza reti negli stessi, c)della differenza reti totale. In tal senso, dando uno sguardo agli scontri diretti, la Lazio di Inzaghi √® ad oggi in vantaggio solo con gli orobici di Gasperini.

Follow LAZIALITA on Social