Cataldi chiede scusa: “Non volevo mancare di rispetto”

755c000d-1a1b-4f22-b52a-2daa6a28c894

Dopo le varie polemiche sull’esultanza per il gol di Pandev in Genoa-Lazio di sabato scorso, arriva tramite¬†Instagram¬†il messaggio di Danilo Cataldi: “La Lazio per me non √® e non sar√† mai un semplice club. √ą una famiglia, una casa nel mio cuore in cui sono entrato quando avevo 12 anni. E non dimenticher√≥ mai ogni momento vissuto con il biancoceleste addosso e con l’aquila sul petto. Grazie alla Lazio, da bambino sono diventato uomo. E soprattutto professionista. La carriera di un calciatore √® anche questo, sono orgoglioso dell’opportunit√† di giocare nel Genoa che ha creduto in me, di proseguire il mio percorso di crescita in una societ√† cos√¨ importante. Oggi, Cataldi d√† l’anima per il Genoa come ha sempre fatto e se ci sara la possibilita continuera a fare per la Lazio.Senza voler mancare di rispetto a nessuno sia da parte mia che della mia futura moglie,che come giusto che sia,tifa e tifer√† sempre la maglia che indosso. Questo √® il mio percorso, con la testa al Genoa; come da sempre e per sempre grato e legato ai colori biancocelesti.¬†Un abbraccio a tutti!¬†Danilo.”

Follow LAZIALITA on Social