Cataldi e l’esultanza della discordia, il comunicato dell’agente: “Situazione paradossale, Danilo vittima di strumentalizzazioni e attacchi mediatici, non ha mancato di rispetto a nessuno”

 

GettyImages-641533034-1068x774

 

AGGIORNAMENTO ore 16.45 – L’agente di Danilo Cataldi, Roberto De Fanti, sceglie di difendere l’assistito tramite un comunicato.

La situazione è paradossale. I tifosi del Genoa accusano Cataldi di pensare troppo alla Lazio. I tifosi biancocelesti gli augurano di rimanere a Genova perché “feriti” da un’esultanza col grifone. La realtà è che Cataldi è un vero professionista nonostante abbia solo 22 anni. Purtroppo, molto spesso e troppo facilmente ci si dimentica che stiamo parlando di un ragazzo che nel giro di qualche ora ha mollato la famiglia, la squadra dove è cresciuto per mettersi in gioco in un ambiente, permettetemelo, non proprio facile. In più, pur allenandosi bene e facendo ottime prestazioni con Nazionale Under21 e avendo partecipato agli Stage della Nazionale del c.t. Ventura, dopo il cambio di allenatore, si è ritrovato inspiegabilmente indietro nelle gerarchie. Ha scelto il Club più antico d’Italia per crescere, maturare e per mettere il proprio talento al servizio di una squadra che non stava vivendo un momento brillante. La piazza di Genoa è molto calda, si sa, e sicuramente non sarà stato agevole per Danilo calarsi in una realtà diversa da quella romana. Il Genoa veniva da un periodo difficile, con i risultati che tutti conosciamo e Danilo come giusto che sia era dispiaciuto per la situazione anche perché non riusciva a dare il proprio contributo. Danilo sabato non ha mancato di rispetto a nessuno. Ha solamente partecipato all’esultanza di squadra essendo un momento delicato per la maglia per cui sta giocando in prestito. In merito alla Futura moglie, la questione mi sembra ancora più paradossale. È chiaro che la compagna abbia assorbito le tensioni accumulate in queste settimane e abbia condiviso uno sfogo che nulla ha a che vedere con schieramenti faziosi. Volete che una moglie tifi contro il proprio marito? Onestamente credo che qualcuno si stia divertendo a strumentalizzare la parentesi Genoana di Danilo perche stiamo parlando di una ragazzo di 22 anni che, numeri alla mano ha collezionato 115 presenze tra i professionisti (59 con la Lazio), 7 gol, 9 assist e capitano più giovane della storia della Lazio. Questi non sono numeri che si ottengono per caso. Credo che sia il caso si smetterla con questi attacchi mediatici contro Danilo, credo che gli si debba dare la fiducia che merita. È il momento di rimanere concentrati, di chiudere al meglio la stagione e di non pensare ad altro che possa confondere o distrarre Danilo, la Lazio ed il Genoa“.

 

 

Genoa-Lazio ha lasciato il segno, dall’esultanza polemica di Pandev, dopo il suo gol, a quella ritenuta eccessiva da parte di Cataldi. I tifosi biancocelesti e in special modo la Curva Nord non l’hanno presa bene. Il centrocampista a fine stagione farà ritorno a Formello, ma la sua accoglienza sarà tutt’altro che positiva. La curva l’ha fatto chiaramente capire tramite un comunicato apparso su L’Ultima Ribattuta: “Caro Danilo, compimenti per il tuo fantastico atteggiamento tenuto da te e dalla tua futura moglie al gol di un giocatore che ci infanga e ci disprezza da anni. Riteniamo che sia un insulto alla Lazio e ai suoi tifosi, da una persona, come te, che si è sempre dichiarata laziale. Ti auguriamo una lunga permanenza a Genova perché ora, nella Lazio, per uno come te non c’è più posto. Arrivederci e grazie“.

Follow LAZIALITA on Social



Vuoi seguire la Lazio in ritiro ad Auronzo di Cadore?

Scopri adesso le offerte riservate ai lettori di Lazialità