Hoedt: “Ieri grandi festeggiamenti, ma ora testa al Napoli. La Curva? Ci da qualcosa in più, vederla piena è stato stupendo”

2050883_hoedt

Risveglio fantastico per tutto l’ambiente biancoceleste, dopo il passaggio in finale di Coppa Italia ai danni della Roma. Dopo le varie esultanze però, ora è tempo di tornare a concentrarsi sul campionato, quando domenica a Roma arriverá il Napoli. Lo sa bene Wesley Hoedt, che ha parlato ai microfoni di Premium Sport: “Abbiamo festeggiato molto nello spogliatoio ma ora è finita e dobbiamo subito concentrarci per la prossima sfida contro il Napoli. La società e i tifosi meritano questa finale dopo la brutta stagione dell’anno scorso. Abbiamo preparato così la partita, Sapevamo che se avessimo segnato loro poi dovevano farne quattro. Poi abbiamo fatto anche il secondo, ma non abbiamo tenuto il vantaggio, però quello che conta è essere passati. Qui c’è un grande gruppo, merito anche del mister. L’abbassamento delle barriere?  Io non avevo mai visto la curva piena, è stato bellissimo. La Curva ci dà sempre qualcosa in più e ci ha aiutato molto in questa sfida. Chi vorrei in finale? Non cambia niente, Juve e Napoli due squadre molto forti. Noi però dobbiamo solo pensare a noi stessi, dobbiamo pensare al campionato e poi vedremo chi ci sarà in finale. Il match con il Napoli ultima chiamata per la Champions? Sì, se dovessimo vincere potremmo ancora pensare al terzo posto. Il Napoli davanti e’ fortissimo, ma ci prepareremo al meglio per fermarlo”.

Follow LAZIALITA on Social
0