Mihajlovic ricorda Conceicao: “Era un grande calciatore, ma molto riservato. Non pensavo potesse allenare così bene”

 

d45dd

Inzaghi è uno dei tanti campioni d’Italia nella stagione 2000 ad aver intrapreso poi la carriera da allenatore, anche con grandi risultati. Da Mancini a Simeone fino ad arrivare a Mihajlovic e Conceicao. Proprio il difensore serbo ai microfoni dell’Equipe ha parlato dell’attuale tecnico del Nantes: “Conceição era un grande giocatore e un grande compagno di squadra, un calciatore fondamentale per la Lazio. Come me ha sofferto molto nella vita, ha perso i suoi genitori quando era ancora troppo giovane. Un aneddoto? Ad ogni preparazione estiva Sergio si presentava con le ginocchia sbucciate. Perché durante la pausa del campionato camminava in ginocchio per vedere la Madonna in Portogallo. Per il resto è stato sempre un po’ triste, a volte dava l’impressione di essere anche un po’ arrabbiato. Ma in realtà aveva i suoi modi, Si faceva gli affari suoi. Quando l’ho visto da giocatore, non ho mai pensato che avrebbe allenato. Aveva un carattere molto riservato, non parlava mai. Ma le persone cambiano e ora è un ottimo allenatore, mi sbagliavo“.

Follow LAZIALITA on Social
0