FINALE PRIMAVERA – Spezia-Lazio 1-3 (3′ Demofonti, 12′, 45+3′, 79′ Cardoselli)

folorunsho

Primavera TIM, 17ª Giornata: 

Sabato 11 febbraio, h. 14:30

Spezia-Lazio

Centro Sportivo Ferdeghini, ‚ÄúCampo 1‚ÄĚ di La Spezia

SPEZIA (3-5-2):  Barone; Mannucci, Acampora, Della Pina; Candela, Demofonti, Martorelli, Maigini, Cecchetti; Capelli, Suleiman. A disp. Desjardinis, Mazzini, Gavini, Selimi, Manfredi, Posenato, Cantatore, Giuliani, Monti, Vatteroni.  All. Flavio Giampieretti

 LAZIO (4-3-1-2):  Adamonis; Spizzichino, Miceli, Petro, Ceka; Cardoselli, Bari, Folorunsho; Bezziccheri; Rossi, Muzzi. A disp.  Alia, Portanova, Spurio,  Rezzi, Al-Hassan, N’Diaye, Beqiri. All. Andrea Bonatti

Arbitro: Niccolò Pagliardini (sez. Arezzo). Ass.: Meozzi РGnarra

PRIMO TEMPO –¬†La Lazio per ottenere la settima vittoria consecutiva in campionato, lo Spezia per smuovere una classifica finora deficitaria. Mister Bonatti sceglie il 4-3-1-2, con difesa presidiata da Miceli e Petro al centro, mentre Spizzichino e Ceka sulle fasce. Centrocampo con Bari, Folorunsho e Cardoselli che torna titolare. In attacco alle spalle di Muzzi e Rossi (capocannoniere del campionato) agir√† Bezziccheri. Comincia con una doccia fredda la partita dei biancocelesti, che vanno subito in svantaggio con la rete al 3′ di gioco di Demofonti. Uno svantaggio che non demoralizza la squadra di Bonatti che si porta all’attacco e trova il pareggio pochi minuti dopo, esattamente al 12′ con Cardoselli, che insacca di testa su punizione di Miceli. Al 33′ √® costretto ad uscire Folorunsho, dopo uno scontro aereo. Lo Spezia prende coraggio e prova a tornare in vantaggio con Acampora, ma nei minuti di recupero √® la Lazio a raddoppiare, grazie alla doppietta siglata da Cardoselli.

SECONDO TEMPO –¬†Si riparte senza cambi, scendono in campo gli stessi 22 calciatori della prima frazione di gioco. Lo Spezia, dopo esser passato in vantaggio nei primi minuti di gioco, adesso √® costretto a rincorrere i ragazzi di mister Bonatti. I tentativi della squadra di casa nei primi minuti di gioco per√≤ sono velleitari, mentre la squadra capitolina prova in contropiede a far male. Le occasioni limpide stentano, e i tecnici cambiano qualche pedina, con Bonatti che spende il secondo e terzo cambio facendo entrare N’Diaye per Muzzi e Portanova al posto di Bari. Nella fase pi√Ļ calda della seconda frazione arriva il terzo gol dei biancocelesti, sempre seguendo il solito copione: punizione di Miceli, pallonetto di Cardoselli e terza marcatura per il giovane centrocampista. Lo Spezia accusa il pesante passivo e non riesce ad imbastire azioni degne di nota. Per la Lazio arriva la settima vittoria consecutiva, un bottino impressionante da parte degli uomini di Bonatti.

Follow LAZIALITA on Social
0