Luca Crecco vuole convincere Inzaghi e si prende la numero undici del maestro Klose

11737030_10206040598767956_706635417_n

Può piacere o non piacere, questo è ovvio, ma la Lazio di Inzaghi ha sicuramente stupito tutti, anche chi ad agosto era ottimista. Tra i meriti del mister piacentino, quello di aver chiamato in causa tanti giovani provenienti dalle giovanili biancocelesti e con buoni profitti sul campo. Dopo le convincenti prestazioni di Lombardi e Murgia, oltre Cataldi trasferitosi per sei mesi nella Genova rossoblu, si sono aggregati Mamadou Tounkara e il rientrante Luca Crecco. Se l’attaccante spagnolo-senegalese ha già assaggiato il campo per pochi minuti, il jolly romano attende il suo momento. È vero, Crecco ha già esordito in prima squadra sotto la guida di Petkovic, ma dopo due anni e mezzo di serie B vuole sfruttare al massimo la chance che gli si pone davanti. Il classe ’95, che nel 4-3-3 ha già ricoperto tutti i ruoli di sinistra, è carico come una molla, pronto a dare battaglia per il suo mister, con cui ha un ottimo rapporto, cercando di onorare la maglia che ama e sogna fin da bambino. La costanza nel lavoro e la grande forza di volontà sono le armi vincenti di questo ragazzo che non dimentica i propri maestri. Non vuole deludere in primis Inzaghi, senza tralasciare un certo Miro Klose che lo ha aiutato tanto tra le mura di Formello e i ritiri di Auronzo, chiedendo di indossare la sua maglia numero undici, per cui stravede da sempre.

Edoardo Brecciaroli

Follow LAZIALITA on Social
0