Diaconale sul post Lazio-Chievo: “Il tifoso non ha diritto di insultare nessuno, non può fare la vittima. Queste cose non devono accadere”

diaconale-lazio

Manca poco alla sfida di Coppa Italia tra Inter e Lazio, ma ai microfoni di Radio Olympia è intervenuto Arturo Diaconale per cercare di chiarire la situazione che ha visto coinvolto Lucas Biglia nel post-gara di Lazio-Chievo: “Un clima troppo teso danneggia tutti. Sono tutti dispiaciuti per quanto accaduto, lo sono anche io. Colgo l’occasione per dire mi auguravo un clima diverso anche dopo il mio intervento di qualche giorno fa su queste frequenze. Sono stato aggredito verbalmente da tanti tifosi. Sono disposto a dialogare con tutti, ma pretendo rispetto. Ci sono state persone che mi hanno augurato la morte, sono stato costretto a prendere dei provvedimenti. Tornando a quanto accaduto sabato, il tifoso ha aggredito verbalmente Biglia, e non può fare la vittima.Nessuno ha il diritto di insultare nessuno. Il tifoso non ha sputato, l’ha detto anche Biglia, ma quella scena non doveva accadere”.

Follow LAZIALITA on Social
0