Farris: “Partire forte nel nostro DNA. La vittoria col Crotone non è frutto del caso, la squadra è convinta del lavoro settimanale”

 

farris

Spesso non si tiene in grande considerazione che dietro al lavoro di un allenatore ci sia molto altro. Massimiliano Farris, spalla di Simone Inzaghi, è sicuramente uno dei segreti della Lazio di questa stagione. Avendo a disposizione l’intera settimana per preparare le gare della domenica, lo staff biancoceleste può approfittare per studiare bene gli avversari, le soluzioni tattiche da proporre, le contromisure da opporre alle altre squadre. Farris stesso è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per commentare la vittoria contro il Crotone e il momento in casa biancoceleste: Io credo che partire in maniera aggressiva faccia parte del DNA della nostra squadra: noi al di là dei moduli vogliamo giocare con costanza nella metà campo avversaria. Nell’ultima gara contro il Crotone abbiamo optato per tanti cambi di gioco, era una soluzione studiata per allargare le maglie della difesa ospite, e poi Milinkovic è un giocatore che domina dal punto di vista fisico, dunque i lanci lunghi dalla difesa erano stati pensati per sfruttare le sponde del serbo o l’ultimo passaggio di testa nell’area avversaria per Ciro Immobile. Posso dire che l’azione che ha portato al gol annullato a Lombardi era stata provata più volte in settimana, peccato davvero per il fuorigioco millimetrico: Luis Alberto è rientrato sul suo piede preferito, Milinkovic ha dato ampiezza e profondità, Lombardi e Parolo sono riusciti a inserirsi con i tempi giusti. L’azione avrebbe meritato il gol, è stata veramente una questione di centimetri. La cosa più importante per noi è che i movimenti che prepariamo poi funzionino in partita, quel che ci interessa è che la squadra rimetta in campo quanto provato e si convinca del lavoro settimanale”.

Follow LAZIALITA on Social
0