Lulic, si allungano i tempi della procedura. L’Avv. Gentile: “Nessuna notifica sul fascicolo del giocatore”

lulic-rudiger

Diventano piĂą lunghi del previsto i tempi legati al deferimento di Senad Lulic per quanto dichiarato nel post gara di Lazio-Roma nei confronti del difensore giallorosso RĂĽdiger. Contattato da Lazio Family, l’avvocato biancoceleste Gian Michele Gentile è intervenuto per fare il punto della situazione: “Al giocatore non è stato notificato alcun atto, quindi non sappiamo ancora se e su quale violazione sarĂ  deferito – spiega – L’iter processuale prevede che la Procura svolga le sue indagini, nel caso di Lulic si stratta anche di acquisire immagini televisive e altra documentazione. Se il procuratore federale, Giuseppe Pecoraro, decidesse di non archiviare (come da articolo 32 ter comma 4 del codice di giustizia sportiva, ndr)), almeno 20 giorni prima della chiusura indagini, lo stesso dovrĂ  informare l’interessato della intenzione di procedere al deferimento e gli elementi che la giustificano, assegnandogli un termine per chiedere di essere sentito o per presentare una memoria – continua il legale – PoichĂ© non siamo ancora in questa fase, per capire da cosa potrebbe difendersi Lulic potremmo aspettare fino a poco prima di Natale. Oltre a questa possibilitĂ  – continua Gentile – va ricordato come, in casi di deferimento, alla difesa va dato un tempo congruo per sostenere il dibattimento nella prima udienza“.
Tempi lunghi quindi perché la procedura, in realtà, consentirebbe al giocatore, previa intesa col Procuratore Federale, anche di patteggiare una sanzione durante le indagini stesse prima che il deferimento venga formalizzato, come da articolo 32 sexies del CGS, la cosiddetta “Applicazione di sanzioni su richiesta e senza incolpazione”.

(Fonte: Lazio Family)

Follow LAZIALITA on Social
0