Inzaghi: “Gli episodi del derby sono chiari a tutti e hanno indirizzato la gara, ma ora niente alibi. Marchetti è il titolare, Keita sta bene. Testa alla Samp, servirà intensità”

 

inzaghi

 

Conferenza di vigilia per Simone Inzaghi: la Lazio sarà in scena a “Marassi” contro la Sampdoria già domani. Intervenuto davanti agli organi di stampa con 15 minuti di ritardo rispetto alla tabella di marcia a causa di un prolungamento della rifinitura, il mister piacentino ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in relazione alla situazione in casa biancoceleste post-derby e al prossimo futuro: sarà fondamentale infatti fare risultato contro i blucerchiati di Marco Giampaolo, in una trasferta che si preannuncia molto ostica, dato che i liguri sono una squadra in grande salute e non perdono dalla gara dello Juventus Stadium del 26 ottobre.

 

Buongiorno mister, delle tossine e polemiche post-derby cosa ti è rimasto?

Sicuramente mi dispiace tantissimo per i nostri tifosi, so quanto ci tenevano al derby, però è arrivata la sconfitta per demeriti nostri, che abbiamo favorito la loro vittoria con errori individuali grandissimi. Poi uno va a vedere gli episodi e si fa tante domande, inutile tornare sulle immagini, sono episodi netti che hanno indirizzato la gara.

 

Nelle tue scelte c’è l’imperativo di alzare la testa subito?

Ho chiesto questo ai ragazzi, anche io ho perso dei derby e so del pericolo degli strascichi, ma la squadra ha capito che certi errori non puoi commetterli in gare del genere, ma è da mercoledì che pensiamo alla Samp, affrontiamo un avversario in salute come la Sampdoria che gioca molto bene. Marassi decisiva? Non credo, mi dispiace per il derby e per la nostra gente che ci ha sostenuto alla grandissima per 95 minuti, domani sappiamo che è importante e che abbiamo 28 punti, cosa che nessuno poteva aspettarsi, io sono contento di averli fatti. Domani è delicata, come lo saranno Fiorentina e Inter.

 

Sta girando un video con una presunta esultanza del quarto uomo al gol della Roma

Una cortesia ragazzi, parliamo della Samp. Domenica abbiamo commesso errori gravi, ma gli episodi sono chiari a tutti, parlo dell’ammonizione di Biglia dopo 25 minuti, era stato concesso un rigore, con l’ammonizione non è più stato lo stesso Biglia; parlo dell’espulsione mancata di Strootman, del rigore netto non concesso per il fallo di mano di Strootman stesso che l’arbitro che era a 3 metri non ha concesso, tra l’altro l’olandese era già ammonito; ma il derby lo abbiamo perso per demeriti nostri, poi è chiaro che gli episodi hanno indirizzato la gara. Cataldi è stato espulso e mi è stato tolto un cambio; chiediamo più attenzione, ma ribadisco che le colpe sono nostre.

 

Marchetti?

Sta bene, è il nostro titolare.

 

Cosa non ti è piaciuto nel derby e da dove ripartirai domani?

Come ho detto post-derby, abbiamo fatto 60 minuti senza concedere un tiro alla Roma, era una buona gara, poi dopo il primo gol mi sarei aspettato una reazione maggiore, una squadra come la nostra a mezz’ora dalla fine deve fare meglio: altre volte eravamo andati sotto ma avevamo reagito, però so anche che sono successi i fatti relativi a Cataldi che ci hanno condizionato.

 

Juve, Milan, Roma fanno parte di un’altra classifica o la Lazio può insidiarle?

Noi abbiamo l’obbligo di rimanere in alto, è normale che Juve, Roma e Napoli sono state costruite per altri obiettivi, ma per 15 giornate siamo rimasti con loro e avremo il compito di rimanere lì attaccati, ho visto i ragazzi molto concentrati.

 

Al di là degli episodi, nel derby poca furbizia e malizia?

Io penso che la disamina è stata chiara, abbiamo commesso errori imperdonabili e subito episodi che ci hanno danneggiato; voglio rispondere solo della partita di domani, andremo in un campo dove ci sarà pubblico e loro sono in ottimo momento.

 

Wallace giocherà?

Penso di sì, vedremo, ho provato anche cose alternative. Patric era in ballottaggio con Basta ma ha avuto un problemino e su consiglio medico si è preferito non rischiare, non sarà convocato, gli altri sono tutti disponibili. Keita si è allenato bene, valuteremo il suo impiego se a partita in corso o dall’inizio.

 

Wallace e Lulic sono usciti male dal derby, lo valuterai in vista di domani?

Ho qualche dubbio, me lo porterò come sempre alla vigilia, domattina deciderò, loro due sono disponibili per giocare e hanno fatto ottimi allenamenti. 

 

La non-reazione del derby assomiglia alla mancata reazione di San Siro col Milan? E’ ancora una lacuna?

Io penso che anche col Torino eravamo andati sotto ed avevamo reagito alla grande; domenica abbiamo subito il contraccolpo perché non pensavamo di subire gol, anche se la Roma nella ripresa era più dentro alla gara; non c’erano state grandi avvisaglie tranne il colpo di testa di Dzeko. Il recupero di fatto non lo hanno dato, hanno dato 4 minuti con 6 cambi: se fosse stato dato il recupero avremmo avuto una buona mezz’ora più recupero per recuperare.

 

La Sampdoria?

Vengono da un ottimo periodo, sono in striscia positiva, dovremo essere intensi, abbiamo avuto 4 allenamenti molto buoni, dovremo mettere in pratica le cose che abbiamo provato, abbiamo preparato bene la partita di domani. Sappiamo, ripeto, che a Genova bisogna fare una gara di grande intensità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0