Le PAGELLE di Guido De Angelis: “Errori folli della Lazio! Pessimo l’atteggiamento di Keita, puntiamo su chi ha fame. E Banti ci mette del suo…”

schermata-2016-12-04-alle-17-53-28

ROMA РLa Lazio si ferma dopo quasi due mesi e mezzo. Non perdeva dal 20 settembre, quando, sempre per 2-0, il Milan aveva condannato i biancocelesti: da lì, la squadra di Inzaghi è cresciuta costantemente, arrivando a guadagnare 21 punti in 9 partite. . Come di consueto nel post-gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

 

MARCHETTI 5 РFa tutto bene durante la gara, si mette in mostra con grande parata su Dzeko grazie alla quale salva lal Lazio. Si fa trovare colpevolmente in ritardo su Nainggolan.

BASTA 5,5 – Tutto sommato bene, ma non influisce e non spinge come al solito durante la gara.

WALLACE 4,5 – Era stato il migliore in campo fino al vantaggio della Roma, poi fa una follia.

RADU 5 – Si impegna, sul goal poteva fare di pi√Ļ:¬†capisco che non √® colpa sua, ma non √® sufficiente.

LULIC 6 – Lotta, corre, si propone e difende. Ci mette il cuore.

PAROLO 5,5 РLotta su ogni pallone, però crolla assieme al centrocampo della Lazio nel secondo tempo.

BIGLIA 5 – Frana¬†con tutta la squadra in mezzo al campo nella ripresa: i ritmi sono troppo lenti nel secondo tempo. √ą sparito dal campo dopo il goal della Roma.

MILINKOVIC-SAVIC 5,5 РOggi non dispiace. Per quanto sia possibile, è tra i migliori, o meglio, tra i meno peggio, come si dice in gergo. Fa a sportellate in mezzo al campo e cerca il goal.

ANDERSON 5 – Oggi purtroppo¬†non √® il solito Anderson, Palmieri fa il suo figurone, proprio lui, avversario da attaccare. Ce la mette tutta, ma oggi non √® all’altezza.

IMMOBILE 5,5 – √ą la quarta giornata che non segna; si d√† da fare, lotta. C’√® anche da dire che la sconfitta di¬†oggi non arriva per¬†colpa sua.

KEITA 3 – L’ho sempre difeso, so benissimo quanto valga; l’atteggiamento visto sia col Palermo, sia oggi √® quello di uno che forse non sente pi√Ļ la Lazio. In un derby come quello di oggi¬†doveva dare di pi√Ļ. Se continua¬†cos√¨ √® giusto darlo via a gennaio e puntare su giocatori che hanno fame di Lazio.

 

 

 

INZAGHI 5 – Ci deve spiegare una cosa: che succede nel secondo tempo alla Lazio, nelle gare di¬†Palermo e Roma. Abbiamo lasciato completamente la partita alla squadra avversaria. √ą un calo fisico, √® mentale? Questi giocatori forse si sentono gi√† protagonisti di un campionato importante? Forse l’umilt√† deve ritornare a regnare a Formello, perch√© perdere un derby cos√¨ senza lottare √® un vero peccato. Comunque, come ho sempre pensato, √® il momento di stare¬†vicino a Simone, perch√© ricordiamoci sempre che questa squadra √® stata costruita improvvisando e non poco in estate. Restiamo in una posizione di classifica importante; Inzaghi ha fatto quello che poteva e bisogna sostenerlo. Poteva forse cambiare qualcosa nel momento in cui la Roma iniziava a rendersi pericolosa, cercando di togliere Keita, visto la prestazione, per dare pi√Ļ equilibrio. Doveva forse avvertire il¬†pericolo della Roma quando ripartiva nel secondo tempo.

 

BANTI 3 – Stava per concedere un calcio di rigore alla Roma completamente inesistente, prova a metterci una toppa fischiando¬†‘solamente’ una punizione; da quell’episodio¬†si rende protagonista direzione a senso unico. Strootman doveva essere espulso: ha gettato¬†l’acqua addosso a Cataldi non pu√≤ essere un gesto da giallo; √® normale la reazione di Cataldi, che non tocca in maniera cos√¨ forte Strootman per farlo cadere, ma viene espulso. Inoltre, c’√® un calcio¬†di rigore netto per la Lazio non dato, dopo lo 0-1 della Roma: l’autore √® il gi√† ammonito Strootman, che tocca col braccio il pallone.

 

 

FOTO: InsideFoto

Follow LAZIALITA on Social