Palombi: “Non rimpiango la mia scelta, ma spero di tornare alla Lazio ritrovando Inzaghi”

palombi-lazio-primavera

Dopo tanti anni con la Primavera biancoceleste, l’esordio con la Ternana in Serie B, sperando un giorno di tornare a vestire la maglia con l’aquila sul petto. Simone Palombi si √® concesso una lunga intervista ai microfoni di Radio Olympia, cominciando subito dalla sua nuova esperienza: “Sono arrivato in una piazza in cui da subito mi ha accolto nel migliore dei modi. Mi ritengo soddisfatto, speravo di trovare un po’ pi√Ļ di spazio, ma con il cambio di mister, mi sta dando un po’ pi√Ļ di fiducia. In Coppa Italia ho subito segnato, poi le vicissitudini societarie hanno portato all’esonero del tecnico, e con il nuovo sono riuscito a ritagliarmi meno spazio. Ma lavoro tutti i giorni per guadagnarmene di pi√Ļ.¬†Vedere l’esordio in A dei miei ex compagni √® stata una grande emozione. Non solo per i ragazzi, ma anche per lo staff. Avevamo creato un gruppo invincibile. Sono felice per lo staff e per ragazzi come Lombardi e Murgia.¬†Con Alessandro abbiamo un rapporto particolare, siamo cresciuti insieme alla Lazio. Entrano e segnano? L’hanno visto da qualche parte”. Sulle scelte: “Ci penso spesso al fatto che potrei essere alla Lazio¬†a ritagliarmi dello spazio. Con Inzaghi avevamo deciso di proseguire il ritiro. A colloquio con lui e Farris affrontammo la situazione, il mister vedendo le tante squadre che mi volevano in B mi spinse ad andare, sapendo che sarebbero venuti nuovi acquisti alla Lazio. Per questo non rimpiango la scelta. Sono del parere che non basti essere fenomeni, ma serva anche fortuna. E quando capita bisogna saperli cogliere, cos√¨ come hanno fatto Lombardi e Murgia. Il mio percorso prevedeva una gavetta, il prossimo anno si vedr√†”. Sulla serie B:¬†“Mi sto rendendo conto che in un campionato come questo il gruppo √® importantissimo. √© necessaria la cura dell’atteggiamento, del comportamento. I ritmi e le giocate vengono prima, per preparare una sfida si affinano tutti i minimi dettagli.¬†Mi sento un esterno di fascia che pu√≤ giocare in un attacco a due come seconda punta. Con Inzaghi giocavo anche come centravanti, ma mi sono reso conto che¬†nel calcio dei grandi, in questo ruolo si limitino le mie caratteristiche.¬†Io come Rocchi?¬†Per una carriera come la sua firmerei al volo”. Sul ritorno: “Il mio obiettivo √® di tornare alla Lazio. La crescita parte da questo, per√≤. E spero di ritrovare Inzaghi. E’ una persona perfetta dal punto di vista umano e professionale. Normale lo scetticismo, anche nei confronti dei giovani. Ma tutti hanno bisogno di lavorare e stanno facendo bene.¬†La prossima contro la Salernitana? Se dovessi incontrare Lotito lo saluterei! E’ sempre stato presente ed √® sempre stato orgoglioso di noi. In Primavera abbiamo fatto qualcosa di pazzesco, il presidente era contento di noi.¬†Appena sono arrivato a Terni mi hanno detto che sia¬†Paolo Di Canio che Vincenzo D’Amico venner√≤ qui, ma gi√† lo sapevo. Paolo l’ho visto ma non sono riuscito a salutarlo, lo far√≤ di certo, vorrei passare del tempo con lui. Sono stati importanti per la Lazio, mi piacerebbe seguire le sue orme”.

Follow LAZIALITA on Social
0