Inzaghi a “TikiTaka”: “Lo scudetto? Strano e indimenticabile. Felipe non sa quanto √® forte”, e sul derby…

inzaghi-urlo

La Lazio pareggia a Napoli sul campo ostico del San Paolo. Ad Hamsik risponde Keita, ma sugli scudi biancoceleste c’√® Simone Inzaghi. Il mister piacentino √® intervenuto al programma di Italia 1 “TIkiTaka”: “Balotelli? Non lo conosco, ma in Nazionale con Immobile e Belotti siamo in buone mani, Immobile sta dimostrando di meritare la Nazionale e Belotti anche, poi c’√® anche Eder. Keita? Ho la massima fiducia in lui perch√® ha talento, ci nono stati alcuni problemi in estate, √® inutile negarlo. L’ho lasciato fuori le prime due giornate perch√® non era sereno, poi a mercato chiuso ci siamo guardati negli occhi e lui si √® rimesso a lavorare al servizio della squadra. Su questa Lazio ero fiducioso a inizio campionato, sapevamo dove si poteva e si pu√≤ crescere. Siamo una squadra giovane che sta facendo bene e soprattutto stiamo riportando la gente vicino a noi che in 4 mesi a tantissimo. I settori ospiti in trasferta √® sempre stato pieno, quando giocavo io il pubblico laziale era il dodicesimo uomo in campo e spero torni ad esserlo gi√† dal Genoa. Immobile l’ho voluto fortemente io, perch√® mi piaceva gi√† da Genoa e Pescara, poi mi ha stupito il suo modo di allenarsi. Felipe Anderson √® un talento incredibile con tanto margine di crescita perch√® neanche lui ha capito quanto √® forte. In questo momento gli sto chiedendo tanto sacrificio ma se parte da lontano, con le sue capacit√† atletiche pu√≤ fare molto bene.”

Non manca occasione per parlare di derby:¬†” Dal primo giorno della mia gestione i tifosi mi fermano per chiedere di questa gara. Sono alla Lazio da 17 anni, conosco l‚Äôimportanza del derby. Cercheremo di fare bene, pensando che per√≤ dobbiamo prima affrontare Genoa e Palermo. Poi, al derby, proveremo a dare una soddisfazione ai tifosi che manca da tempo. Ma siamo in grado di farlo‚ÄĚ

¬†Inzaghi poi ricorda le parole del fratello:“Pippo mi parlava di Ancelotti, mi ha parlato di un grandissimo allenatore e di un grandissimo allenatore per come gestiva il gruppo e hanno vinto tanto, Pippo gli sar√† sempre grato per quello che gli ha fatto vincere ma anche Pippo ha fatto vincere tanto a Carlo”.¬†

Soffermandosi sulla sfida di Napoli: “Penso che sia stato un risultato giusto, ho sentito tante disamine differenti, abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, quando ripartivamo davamo l’impressione di port fare male, non ricordo occasioni del Napoli a tu per tu con Marchetti che ha fatto qualche buona parata. Non sono d’accordo con Sarri e Hamsik quando dicono che la partita l’ha fatta solo il Napoli. Ho visto un Napoli in ottima condizione, l’ho visto anche con Juve e Besiktas, in entrambe meritava di pi√Ļ”.

Viene ricordato il 14 maggio del 2000, quel giorno Inzaghi e Ancelotti erano avversari: “A Roma era tanto tempo che non si vinceva uno scudetto, una giornata strana perch√® dovevamo aspettare la fine della partita della Juve. Per me una giornata indimenticabile, penso ai miei genitori con due figli che si giocavano lo scudetto. Pippo ne aveva gi√† vinto uno quindi penso che tifassero per me”

Ancora con Ancelotti si parla di Milan, ma anche Inzaghi dice la sua su una concorrente diretta:¬†“Il Milan sta facendo molto bene, √® terzo il classifica. Noi l’abbiamo incontrato e abbiamo perso, sono oltre le attese, anche loro sono una squadra giovane e secondo me hanno ancora margine di crescita. Poi siamo ancora all’inizio, siamo solo alla dodicesima giornata, vedremo”.

Un giudizio sull’approdo di Pioli all’Inter: “Secondo me ha scelto molto bene l’Inter. Ho avuto l’opportunit√† di conoscere Pioli quando era alla Lazio, ho visto come lavora, una persona molto competente ed uno staff che lo aiuta. A Roma ha fatto benissimo, secondo me porter√† cambiamenti tattici all’Inter perch√® lavora tutto il giorno”.

C’√® spazio per le polemiche sulle parole di Buffon: “Io in queste venti partite in serie A ho incontrato due volte la Juventus e ho sempre cercato di mettere la squadra migliore, perch√® √® l’unico modo che si ha per provare a giocarsela con una squadra del genere. Poi non so il caso della Sampdoria, non ho seguito la polemica. Credo fosse la settimana delle tre partite, forse Giampaolo ha fatto girare gli uomini. Giocare con la Juventus √® un incentivo in pi√Ļ perch√® sono quelle partite dove non hai nulla da perdere e se fai risultato puoi far fare un bel balzo alla propria squadra, penso che ogni allenatore cerca di fare il proprio meglio per fare qualcosa di importante contro la Juve”.

E il rapporto con il Presidente? “Lotito √® un presidente che vuole rimanere al corrente di quello che succede nella squadra ma non ha mai messo bocca, √® sempre molto presente, anche allo stadio, ma lo sento solo dopo la partita via telefono, vuole sapere quello che succede negli allenamenti dal luned√¨ al venerd√¨, ma lascia massima libert√†”.

 

Follow LAZIALITA on Social
0