Inzaghi: “Grande spirito di squadra, solare rigore su Basta non concesso. Contento di aver trovato giocatori che mi mettono in difficoltà sulle scelte”

1inz

 

ROMA – Cinque minuti per archiviare una gara con più di un briciolo di sofferenza in aggiunta. La ricetta di Lazio-Sassuolo è servita, e ad Inzaghi piace così. I biancocelesti riescono in ciò che dovevano fare: vincere. Lo fanno non nel modo più brillante possibile, ma arrivano al successo.

 

Queste le parole del mister biancoceleste.

 

Lazio concreta, con queste due vittorie la squadra sta lì…

Diciamo che le ultime sono due ottime vittorie; abbiamo lavorato aspettandoci il 4-3-3 del Sassuolo. La squadra si è presentata giocando a 5 e ci ha cambiato la partita; a parte il tiro di Defrel del primo minuto non abbiamo rischiato nulla. C’era un rigore netto per noi nel primo tempo, non dimentichiamolo. Nel secondo tempo si è riaperta la partita col gol di Defrel da quando il Sassuolo si è messo 4-3-3 e dovevamo essere più attenti, perché avevamo studiato. Penso che questa sia una vittoria importante; potevano essere 9 punti al posto di 7. Tuttavia guardiamo avanti.

 

Che ne pensi dello spirito dei ragazzi?

Il Sassuolo continuava a mettere giocatori d’attacco, c’era da soffrire. Abbiamo sentito il pubblico vicino a noi; ci godiamo fino a domani questa partita. Da martedì penseremo al Napoli.

 

La Lazio può alzare l’asticella?

Secondo me può crescere ancora, oggi abbiamo giocato senza de Vrij, Bastos e Lukaku che avrebbero dato rotazione e freschezza alla squadra. Patric è stato il migliore in campo le scorse volte, oggi l’ho fatto riposare: voglio dei dubbi. Voglio giocatori come Basta e Patric che ti mettono in difficoltà nelle scelte; ce ne sono tantissimi altri. Anche per la trasferta di Napoli mi metteranno in difficoltà e sono contento.

 

Eri stato polemico per i 4 rigori concessi contro la Lazio: come si fa a non vedere il rigore su Basta? Perché hai inserito Murgia e non Cataldi?

Banti e Calvarese sono due ottimi arbitri, a volte si sbaglia. Spiace che capiti contro di noi. Cataldi aveva giocato due partite da 90 minuti, e in questo match mi sembrava più giusto mettere Murgia; infatti lui è entrato benissimo, bravo lui e tutti gli altri.

 

La Lazio si avvicina alla terza partita contro una grande squadra, il Napoli: è questo lo scoglio?

Senz’altro. Sono sicuro che faremo la nostra partita, sono tuttora convinto che le due partite con Juve e Milan potevamo non perderle per come si era sviluppata. Ora siamo davanti al Napoli, abbiamo fatto un punto in più di loro; troviamo uno stadio difficile. Vogliamo proseguire la striscia positiva.

 

Immobile come sta? Biglia?

Immobile sta facendo bene, oggi gli abbiamo proposto meno ed è stato bravissimo a far gol ugualmente. Il minuyaggio di Biglia era quello, ho pensato di schierarlo ma poi abbiamo deciso di non rischiarlo dall’inizio. Non possiamo fare a meno di lui, nel momento in cui dovevamo tener palla si è fatto sentire.

 

Al termine della partita c’è stata tensione tra panchine…

C’è stato un malinteso sulle proteste nostre e loro, ma è tutto rientrato. Con Di Francesco non c’è stato nulla

 

Follow LAZIALITA on Social
0