Fascetti a ‘Quelli che’: “Lazio sulla buona strada, Inzaghi fa bene a puntare sui giovani. Lasciavo anche litigare i ragazzi pur di salvaguardare la squadra”

 

Eugenio-Fascetti-e1427407386970-1440x564_c

Eugenio Fascetti sarĂ  ricordato dai tifosi biancocelesti come l’uomo che ha salvato la Lazio dalla Serie C. L’ex allenatore ha parlato ai microfoni di Radiosei, nella trasmissione Quelli Che, parlando sia del momento attuale dei biancocelesti, sia della sua Lazio, quella che prima salvò dalla retrocessione e poi riportò in Serie A. Inoltre proprio riguardante la Lazio di Fascetti, il 24 novembre al Teatro Ghione si terrĂ  uno spettacolo dedicato a lui e a i suoi calciatori: “La Lazio è sulla buona strada, è ben lanciata e finalmente in panchina ha uno che butta dentro i ragazzi, perchè sarebbe anche ora. Come per esempio il Milan con Locatelli, magari con un altro allenatore o in un altro momento sarebbe andato a farsi le ossa da qualche altra parte e forse si sarebbe anche perso. Se Inzaghi crede nei giovani e li butta dentro allora fa bene, Murgia e Lombardi le doti ce le hanno e bisogna insistere su loro due, anche se alterneranno momenti belli a momenti brutti“. Poi ha concluso parlando di quando lui sedeva sulla panchina biancoceleste e di come gestiva i suoi ragazzi e del rapporto con il presidente Calleri: “I giocatori a volte quando litigavano li lasciavo fare, lo facevo anche per salvaguardare la squadra. Calleri non si è mai permesso di mettere bocca sulla squadra, poi chiaro che ci parlavamo e confrontavamo, ma alla fine la decisione finale la prendevo io. Inoltre non avevo 10 collaboratori, come ora, ma avevo solo il grande Oddi e basta. In quelli squadra c’erano giocatori veri, di qualitĂ , per fare due nomi in difesa avevo due centrali come Marino e Gregucci“.

 

Follow LAZIALITA on Social
0