PRIMAVERA – Una super Lazio si impone a Brescia con un perentorio 0-3. Sugli scudi Rossi e Folorunsho

 

lazio-primavera-2016-01-777x437

 

 

PRIMAVERA TIM, Giornata 6

Brescia-Lazio; Centro Sportivo San Filippo, Brescia

Sabato 22 ottobre, ore 14.30

BRESCIA (4-4-1-1): Festa; Licini, Gentili, Mangraviti, Baronio; Minessi, Barezzani, Dall’Oglio, Strada; Oaida; De Paol.

A disposizione Mandelli, Torri, Zanotti, Paderno, Martinelli, Cariello, La Rosa, Venturelli, Pellegrini, Ferrari, Galante, Said All. Luciano Bruni

LAZIO (4-3-1-2): Adamonis; Spizzichino, Petro, Miceli, Ceka; Bezziccheri, Portanova, Folorunsho; Rezzi; Rossi, Al Hassan.

A disposizione Borrelli, Spiezio, Ennali, Cardoselli, Javorcic, Muzzi. All. Andrea Bonatti

Arbitro: Pietropaolo (sezione di Modena) Assistenti: Zambelli-Cavallina

 

PRIMO TEMPO – Ottimi primi 45 minuti della Primavera a Brescia: la Lazio termina la prima frazione di gioco sul 2-0 grazie alle reti siglate dal solito Rossi e da Al Hassan rispettivamente al minuto 36′ e 46′. Inizia forte la squadra padrona di casa, poi la squadra di Bonatti prende le misure e inanella occasioni prima con Rossi e poi con Folorunsho, che nei primi 10 minuti non riesce a concretizzare. Al 12′ ottima chance ancora per gli aquilotti con una rovesciata di Rezzi che si spegne sul fondo. Al 22′ primo cambio, forzato, per la Lazio, che toglie dal campo l’infortunato Ceka ed inserisce Muzzi, che agirà da trequartista con bezziccheri che scala dunque a sinistra nei 4 di difesa. Al 34′ colossale occasione per il Brescia, ma Adamonis salva e il minuto dopo la Lazio colpisce: Portanova serve Rossi che batte un incolpevole Festa realizzando il dodicesimo gol stagionale. I dieci minuti successivi sono minuti di apnea, con il Brescia vicinissimo alla rete del pari in tre occasioni, con Dall’Oglio che spreca da due passi e Strada che non trova la porta dall’area piccola. Nel minuto di recupero concesso dal direttore di gara, però, la Lazio raddoppia: Rezzi si trasforma in assist-man ed Al Hassan si inventa un tiro pregevole che supera il numero 1 bresciano. Sarà una rete importantissima specialmente a livello psicologico, con gli uomini di Bonatti che rientreranno in campo forti di due reti di vantaggio: a fine primo tempo, una Lazio cinica e sbarazzina è meritatamente in vantaggio al Centro Sportivo San Filippo.

 

SECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi a Brescia, e la Lazio lo fa subito bene con Folorunsho e Muzzi che impensieriscono il portiere avversario. Il Brescia non riesce ad uscire, mister Bruni effettua due sostituzioni richiamando Minessi e Dall’Oglio e gettando nella mischia Minessi e Said, ma il copione non cambia e anzi, al minuto 63 la Lazio cala il tris: corner per gli aquilotti  e rete di testa dello stesso Folorunsho, bravissimo ad inserirsi coi tempi giusti e a gonfiare la rete per la terza volta. Ultimo cambio per il Brescia, ma il monologo biancoceleste continua senza interruzioni: al 70′ Folorunsho, quest’oggi scatenato, colpisce in pieno la traversa dopo essersi accentrato ed aver scagliato un tiro violento dal limite dell’area. Ad un quarto d’ora dal termine Al Hassan viene rilevato da Ennali che entra subito bene in campo: ottimo impatto col match che si concretizza in un tiro che non centra il bersaglio della porta e si perde sul fondo. La gara non ha più nulla da dire, con la Lazio che controlla senza patemi e cerca di farsi vedere nuovamente dalle parti di Festa. Ultimo cambio per Bonatti, che si gioca la carta Spiezio al posto di Portanova, col conseguente ritorno al 4-3-3 con il neo entrato in difesa e Bezziccheri che torna a centrocampo. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro Pietropaolo dichiara la fine delle ostilità: una Lazio aggressiva, ben messa in campo, quadrata e frizzante supera nettamente il Brescia con tre gol di scarto e senza subire reti. Pomeriggio certamente positivo, sugli scudi il solito Rossi e anche un Folorunsho ispiratissimo. Quarto successo stagionale e 13 punti in classifica. Tre punti che valgono oro in vista del prosieguo della stagione.

 

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0