Calori: “L’Udinese ha giovani importanti, ma devono trovare continuit√†. De Vrij? Un leader”

calori

Sabato sera la Lazio sar√† ospite dell’Udinese, campo in cui ha giocato per diversi anni Alessandro Calori. L’ex calciatore che regal√≤ con la sua rete il secondo scudetto ai biancocelesti √® intervenuto per parlare della sfida tra le due compagini sulle frequenze di Lazio Style Radio,¬†partendo da una disamina sulla squadra friulana: “L‚ÄôUdinese sta cercando ancora la sua continuit√†, ma¬†ha dei giovani importanti. Punta molto su questi talenti, √® una linea di¬†gestione che seguono da moltissimo, e con la quale mandano¬†bene avanti¬†la societ√†. Oltretutto ha anche altri giocatori che hanno fatto gi√† molta esperienza in Serie A, come ad esempio¬†Danilo e Felipe. Come marchio di fabbrica avevano la difesa a 3, adesso Iachini la sta provando¬†4 per sfruttare bene le caratteristiche di De Paul, ma soprattutto quelle di¬†Zapata. Bisogna stare attenti anche a Perica che¬†√® un giocatore fastidioso e¬†a Penaranda che √® un 96 e¬†pu√≤ entrare a¬†partita in corso. A sinistra non sono messi benissimo, Armero e Ali Adnan non riescono a trovare la continuit√† giusta soprattutto in fase difensiva”. L’allenatore poi ha analizzato tatticamente anche la¬†Lazio: “Nel 3-5-2 il quinto a centrocampo lo fa Anderson e questo obbliga la difesa a lavorare bene e ad essere capace ad adattarsi. L’importante per farsi che la squadra giochi bene √® che sia¬†un 3-5-2 e¬†non un 5-3-2, perche senn√≤¬†rischi che poi non riesci a ripartire,¬†gli esterni devono essere bravi a fare tutta la fascia. Se tu non alzi il baricentro come contro l‚ÄôEmpoli, fai fatica a trovare una ripartenza. Quanto √® fondamentale de Vrij?Aveva solo un problema di infortuni,¬†ha grande qualit√† ed¬†√® un leader del reparto, difficile trovare difensori del genere.¬†Il ruolo del libero poi √® utile anche nella costruzione del gioco, pu√≤ aiutare il regista che non deve troppo abbassarsi e a volte lo sostituisce¬†in impostazione”.

Follow LAZIALITA on Social
0