Guido De Angelis: “Con l’Empoli serve un successo, se non si vince si va in Purgatorio. Spero che Keita giochi più vicino alla porta”

guido-nuovaPoco più di ventiquattro ore a Lazio-Empoli, partita fondamentale per rilanciare ambizioni di classifica. Nel consueto editoriale di ‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma‘, il direttore Guido De Angelis si è espresso così sul match di domani: “Se non si vince si va in Purgatorio, in caso di successo si va a ribussare alla porta del Paradiso. Credo che Keita debba tirare maggiormente verso la porta, attualmente è troppo lontana da lui, non la sente ed è poco preciso. Può far bene, ha le potenzialità di andare a segno e speriamo che domani possa giocare in posizione più avanzata. Anderson potrebbe essere quindi più sacrificato, mentre Wallace farà il suo esordio. Speriamo che riesca a fare subito una buona impressione: è stato pagato 8 milioni, il momento di vederlo in campo doveva arrivare. Noi abbiamo pochi giocatori che possono far la differenza in zona gol, non avendo più Candreva. Si tratta di Immobile, Keita, Anderson e Parolo, ma l’Empoli potrebbe riuscire a metterci in difficoltà“.

 

Follow LAZIALITA on Social
0