Guido De Angelis: “La Lazio vince e convince, ma ora vediamo che succede a Milano. Inzaghi, Keita deve giocare titolare”

guido-nuova

Consueto editoriale della mattina del nostro direttore¬†Guido De Angelis¬†in apertura della trasmissione¬†‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’¬†in onda sulle frequenze di¬†Radiosei 98.100. Tema caldo, ovviamente, la netta vittoria per 3-0 della Lazio sul Pescara:¬†“La Lazio finalmente vince e convince. Sapevamo sarebbe stata ricca di gol, ma per fortuna li abbiamo fatti noi e non li abbiamo subiti. Nel primo tempo abbiamo rischiato sull’entrataccia di Bastos ai danni di Caprari che ci √® costata un calcio di rigore per fortuna sbagliato da Memushaj. Da quel momento, per√≤, abbiamo preso coraggio e il poco pubblico presente ha ricominciato ad incitare la squadra. C’erano 1.300 tifosi del Pescara e mi dispiace delle loro lamentele per il trattamento subito, ma si sapeva non fosse una trasferta normale. Abbiamo sofferto le ripartenze degli abruzzesi, ma noi siamo stati bravi fino all’ultimo centimetro e abbiamo alzato il muro in difesa. Super de Vrij, intelligente e grande giocatore, insufficiente Bastos, che √® un ottimo difensore ma ieri ha commesso troppe¬†sbavature, Marchetti inoperoso, anche se in realt√† qualche¬†rischio lo abbiamo corso. In attacco ottimo Immobile, anche se il primo tempo ha fatto di tutto per non segnare mangiandosi due gol clamorosi, ¬†e menzione per Djordjevic, che tanto abbiamo massacrato, ma almeno sabato ha fatto un grande lavoro e si √® impegnato tanto per la squadra. A centrocampo Parolo garanzia, Lulic arruffone, ha sbagliato tanti passaggi come a Verona, ma per lui la sufficienza ci sar√† sempre per quello che ha fatto il 26 maggio. Bene Felipe Anderson e Milinkovic, ma andiamoci piano a parlare di rinascita, staremo a vedere che succeder√† Milano. Contro i rossoneri potrebbe essere riproposto il 3-5-2 , che √® un modulo con cui la Lazio gioca ma potrebbe concedere tanto. In conclusione una nota positiva deriva da Radu, che a me era piaciuto anche a Verona e bene la Lazio anche senza Biglia, che sia chiaro teniamocelo, ma non deve essere pi√Ļ cos√¨ imprescindibile. Sono molto contento anche per l’esordio di Murgia e per la prestazione di Cataldi, che mi √® sembrato a tratti quello di due anni fa. A Inzaghi dico bravo perch√© ha rischiato con il cambio di modulo e ¬†di far giocare Keita, che deve partire dal 1′, poich√© uno scatto cos√¨ si vede raramente e a tratti mi ricorda Ronaldo che tanto ci ha fatto male a Parigi.”¬†

Follow LAZIALITA on Social
0